BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

ROMA/ Adriano: i soldi erano per i bambini, non per narcotraffico

Si sgonfia il caso legato all'Imperatore

Adriano_fla_R375_5ott09.JPG(Foto)

Si sgonfia il caso Adriano, quei soldi erano per dei bambini poveri. «Adriano, dopo tre ingiunzioni da parte nostra, si è presentato come doveva e le sue dichiarazioni sono state ritenute soddisfacenti dalla polizia, per questo è stato lasciato in libertà». Così ha detto intervistato da ReteGlobo, il delegato di polizia Luiz Alberto, dopo la deposizione del calciatore in un commissariato di una zona periferica di Rio.

Al calciatore è stato anche chiesto di spiegare le parole pronunciate durante una conversazione telefonica. Proprio in questa conversazione, intercettata dalle forze dell'ordine, Adriano autorizzava prelievo di 60mila reais (circa 27mila euro) per girarli a un narcotrafficante suo amico d'infanzia originario, come Adriano, della favela di Vila Cruzeiro.