BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

YOUTUBE FABIAN CANCELLARA/ Video - Il vincitore della Parigi-Roubaix accusato di usare un motore meccanico

Fabian Cancellara è accusato di aver vinto il Giro delle Fiandre e l'ultima Parigi-Roubaix grazie ad una sorta di dooping meccanico. Si tratterebbe di un motorino installato sulla bici che aumenterebbe le prestazioni del 20 per cento

FABIANCANCELLARAr375.jpg (Foto)

Fabian Cancellara è accusato di aver vinto il Giro delle Fiandre e l'ultima Parigi-Roubaix grazie ad una sorta di dooping meccanico. Si tratterebbe di un motorino installato sulla bici che aumenterebbe le prestazioni del 20 per cento.




Pare che l’ultimo ritrovato del dooping, per quanto riguarda il ciclismo, sia quello meccanico. A quanto riferiscono molte testate nazionali, Fabian Cancellara sarebbe accusato, negli ultimi giorni, di aver vinto il Giro delle Fiandre e dell'ultima Parigi-Roubaix grazie ad una bicicletta con un motore incorporato che ne avrebbe potenziato le prestazioni del 20 per cento. L’ipotesi, a detta di molti fantascientifica, sarebbe confermata da alcuni video che riprendono il ciclista, poco prima dello sprint finale che gli ha fatto vincere le gare, muovere la mano in maniera sospetta come se stesse premendo un pulsante. «Andavo a 50km all'ora dietro a Cancellara ma non riuscivo ad avvicinarmi. Era qualcosa di incredibile»,ha detto Tom Boonen, il belga sconfitto nel Giro delle Fiandre. Pare che il motorino, un modello inventato dall’azienda di ingegneria meccanica Gruber, consentirebbe di raggiungere tranquillamente i 60 km/h.


Leggi anche: SUDAFRICA 2010/ Nazionale: infortunio Pirlo a rischio Mondiale!


COMMENTI
05/06/2010 - Serve subito chiarezza (Giuseppe Crippa)

Il video proposto dall’articolo è davvero inquietante. Mi auguro che gli enti preposti intervengano immediatamente non tanto ad indagare sul passato quanto a sorvegliare la correttezza delle gare future. Sarebbe bello se qualche vero appassionato e buon conoscitore di ciclismo volesse commentare questa ipotesi, interpretando i sentimenti di quanti amano il meraviglioso sport della bicicletta. Grazie fin da ora, dott. Crema…