BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CALCIOMERCATO/ Roma: AAA vendesi società sana con grandi potenzialità!

Scopriamo numeri, qualità e quantità della società calcistica ora in vendita. Fiore all'occhiello dei giallorossi è la tenuta dei conti, ma non solo

totti_sensi_R375x255_18ago08.jpg (Foto)

CALCIOMERCATO ROMA - Da giovedì 8 luglio la Roma è in vendita. La lettera d'intenti firmata dai rappresentanti di Unicredit e Italpetroli prevede che la società di calcio sia gestita da Rosella Sensi fin quando l'advisor nominato dalla banca non avrà trovato un compratore. In realtà, già da diversi giorni si sono scatenate voci e indiscrezioni in merito ai nuovi possibili acquirenti del club giallorosso che, come prevedibile, muove notizie, interessi e grande curiosità.

 

Al netto dei rumors, bisogna appurare un fatto: la Roma non è una patata bollente nè tantomeno bollita. Contrariamente a quanto si possa pensare, la società calcistica con sede a Trigoria è un bene di grande pregio e piuttosto appetibile sul mercato, un vero affare d'oro. Il perché? Semplice, la Roma è una delle poche società con i conti a posto. Un risultato raggiunto grazie alla pratica virtuosa dell'autofinanziamento che Rosella Sensi ha attuato da alcuni anni a questa parte. Monte ingaggi contenuto (il quarto della serie A), dosaggio delle cessioni importanti, ottimizzazione degli investimenti sul mercato (esempi ne sono gli ingaggi a parametri zero), una buona campagna marketing e un brand dal forte appeal internazionale. Questi alcuni elementi vincenti della Roma 2010.

 

Non ingannino i debiti di Italpetroli: quelli sono altra cosa e non hanno a che fare con la società di calcio che, bilanci alla mano, risulta sana proprio in virtù dell'autofinanziamento così elogiato da mezza Europa e al contempo ignorato dai grandi club. La Roma spende quel che guadagna, non un centesimo in più, senza follie di mercato, facendo quadrare i conti e ottenendo una lodevole situazione di stabilità economica che ha permesso di raggiungere traguardi sportivi di successo. Ma c'è di più. Rosella Sensi lascia ai posteri una società che, oltre ai conti in ordine, vanta due freschi contratti di rinnovo con gli sponsor Kappa e Wind che fino al 2017 porteranno nelle case giallorosse oltre 50 milioni di euro. Non propriamente spiccioli.

 

CALCIOMERCATO ROMA - CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO, CLICCA IL PULSANTE QUI SOTTO