BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

REPORTAGE BASKET/ Nazionale, inizia l'era Pianigiani

Pianigiani_R375_9mag10.JPG(Foto)

Nulla di preoccupante. Lieve delusione invece per il pubblico bormino che attendeva con trepidazione la prima sfida contro la nazionale ungherese in programma per venerdì 10 luglio per poter vedere in azione il giocatore di San Giovanni in Persiceto. Sebbene priva del suo giocatore simbolo la nazionale di Pianigiani ha infatti avuto il suo esordio ufficiale al Pentagono di Bormio per la prima partita del Trofeo Diego Gianatti. Avversaria di serata la non blasonatissima selezione dell’Ungheria. La squadra magiara è al 75esimo posto del ranking FIBA e bastano pochi minuti di gioco per far emergere l’enorme differenziale tra le due formazioni. Per molti giocatori italiani il carico di lavoro fatto è già notevole, mentre per altri la condizione non è del tutto ottimale, e queste sono le ragione di qualche sbavatura iniziale degli azzurri che appaiono un po’ troppo lenti e generosi sui pick and roll ungheresi.

 

Si fatica a creare le giuste spaziature e quando si riesce a dare più fluidità alla manovra offensiva i tiri non trovano con continuità il fondo della retina. L’attacco magiaro però è a dir poco asfittico, chiuderà il primo tempo con un impietoso 3/20 da 2, ed il buon gioco dei lunghi italiani conpensa il 3 su 14 dalla lunga distanza e consente all’Italia di chiudere le prime due frazioni con un parziale a favore di 39-18. Pianigiani è presente e si sente. Il suo moto dalla panchina è perpetuo, incalza i giocatori in continuazione e fornisce indicazione ad ogni azione. Ogni situazione è utile per dispensare consigli o per redarguire per le disattenzioni difensive. La partita è agevole, il risultato non conta ma appena il gioco è fermo afferra la lavagnetta e disegna schemi e soluzioni per i suoi.