BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ESCLUSIVA CALCIOMERCATO/ Martorelli (Ag. Fifa): Milan, Inter, Juve: chi le ha viste?

GIOCONDO MARTORELLI esperto agente FIfa, analizza il momento attuale del mercato e le possibili operazioni in arriva con una certezza: non ci sono più soldi

berlusconi_pensieroso_R375_13lug.jpg (Foto)

Il calciomercato in Italia non offrirà grandi spunti, la mancanza di denaro non permetterà grandi colpi. Le big italiane dovranno prima vendere per poi riuscire ad acquistare qualche ottimo giocatore. Ne è convinto anche Giocondo Martorelli, noto agente di mercato, uno dei più esperti del panorama italiano.

Signor Martorelli, lo scorso anno è stato definito il mercato degli scambi. Quest'anno invece che mercato vedremo?

Vedremo un mercato senza grandi investimenti perchè mancano i soldi. Purtroppo la realtà in Italia è questa ed è dovuta anche ai grandi fallimenti negli anni di grandi società importanti, di piazza prestigiose. Il flusso di denaro stenta a ripartire, per questo in giro c'è poca moneta da immettere sul mercato.

Lo scorso anno l'Inter riuscì a costruire una grande squadra partendo dalla cessione di Ibrahimovic. E' la strada giusta da seguire?

Attenzione, il presidente dell'Inter Moratti per anni ha speso tantissimi milioni di euro, lo scorso anno la società nerazzurra ha comunque chiuso il mercato con un leggero passivo che Moratti ha ripianato. Ovviamente le strategie di mercato sono state azzeccatissime come dimostrano i risultati ottenuti dall'Inter in questa stagione.

Il calciomercato nerazzurro gira intorno ai nomi di Mascherano, Maicon e Balotelli. Lei che farebbe?

L'Inter attualmente è comunque la più forte squadra del campionato italiano. Mascherano è un ottimo giocatore ma certamente non vale la cifra richiesta dal Liverpool (si parla di 30 milioni di euro, ndr). L'Inter dovrà cercare di vendere benissimo Maicon per poi sfruttare quel denaro per arrivare agli obiettivi dichiarati. Se fossi Moratti non cederei mai Balotelli, ha solo 20 anni ed è un fenomeno vero, anche se il presidente nerazzurro dovrà tenere conto di molti altri fattori, come per esempio la volontà del giocatore.

La nuova Juventus targata Agnelli-Marotta-Delneri sembra puntare decisamente sul "made in Itay". Condivide la scelta?

Marotta è uno dei migliori dirigenti sulla piazza, una persona equilibrata e di cultura in tutti i campi. Sta facendo un mercato oculato per una società comunque in difficoltà, con i giocatori adatti al modulo del nuovo allenatore. C'è un programma preciso, non si stanno acquistando dei fenomeni ma ottimi giocatori. Io penso che nel breve periodo possa essere un progetto valido.