BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FOTOGALLERY/ Inter, ecco le nuove maglie Nike 2010-2011

Pubblicazione:

I1001_2-w300.jpg

FOTOGALLERY MAGLIE INTER - Per la prima volta le celebri strisce di colore nero e royal blue non sono definite, ma si ispirano alla pelle del biscione nerazzurro, simbolo di F.C. Internazionale e della città di Mlano. Ecco cosa ha detto Andrea Rossi, general manager di Nike Italiy nel corso della presentazione alla stampa."Il rapporto che lega Nike all'Inter da dodici anni è un legame ormai storico e consolidato, impreziosito ulteriormente dai grandi successi che il club ha saputo ottenere e dalle importanti operazioni di sviluppo del brand, sia a livello nazionale che a livello mondiale realizzate insieme in questo tempo. Quest'anno i nostri design si sono concentrati sulla reinterpetazione della tradizionale maglia nerazzurra, mantenendo una forte connotazione con la tradizione, ma allo stesso tempo offendo un design innovativo e accattivante".

 

Per l'Inter hanno sfilato le tre coppe vinte nella stagione 2009-2010 accompagnate da Javier Zanetti, Esteban Cambiasso, Luca Castellazzi e Paolo Orlandoni (che hanno indossato le divise da portiere).Poi il direttore tecnico Marco Branca, l'allenatore Rafael Benitez, l'amministratore delegato Ernesto Paolillo, il vicedirettore generale Stefano Filucchi, Luis Figo. Tutti coordinati sul palco da Elenoire Casalegno.La maglia 2010-2011 presenta lo scollo a V ed è dotata di fasce laterali in mesh per una maggior traspirabilità e leggerezza. E' stata mostrata anche la seconda maglia 2010-2011, indossata per la prima volta lo scorso 16 maggio a Siena in occasione dei festeggiamenti per la conquista dello scudetto, una divisa che ha già ottenuto uno straordinario successo di pubblico. La seconda maglia ha uno scollo a 'V' stretto, è di colore bianco e riporta il biscione nerazzurro sul fianco sinistro con la testa ben visibile sulla manica.

 

FOTOGALLERY MAGLIE NIKE INTER 20102011, CLICCA QUI SOTTO


  PAG. SUCC. >