BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

CALCIOMERCATO/ Roma, Unicredit-Italpetroli: nuovo incontro alle 18.30. «Si chiude entro oggi»

L'incontro Unicredit-Italpetroli potrebbe sancire l'uscita di scena della famiglia Sensi. Nel primo pomeriggio non è ancora stato siglato l'accordo. La seduta sarà riaggiornata alle 18.30

rosella_sensi_Q375_17set08.jpg(Foto)

E' il giorno della verità per l'As Roma. Alle ore 12 di lunedì è andata in scena l'udienza arbitrale Italpetroli-Unicredit a cui hanno preso parte i diretti interessati affiancati dai propri legali. L'obiettivo è quello di trovare un accordo che estingua il debito della holding dei Sensi nei confronti della banca milanese. All'esterno dello studio Ruperto, presidente del collegio arbitrale, nei pressi di Corso Francia, si è assiepata una folta rappresentanza di cronisti (una cinquantina circa) ma anche gente comune e tifosi. Non sono mancati nemmeno gli striscioni: uno recita "Virtuosi saluti", poi ci sono alcuni volantini affissi all'ingresso della palazzina con scritte polemiche nei confronti della Sensi: "17 anni di bugie", "Rosella bla bla bla". A presidiare la zona le forze dell'ordine.

Puntuali e alla spicciolata arrivano tutti i protagonisti del vertice. Prima l'avvocato Conte, legale della famiglia Sensi, poi Rosella con il marito Marco Staffoli. Infine, pochi minuti dopo, giunge anche Piergiorgio Peluso, a.d. di Unicredit Corporate Banking, accompagnato dall'avvocato Di Gravio. Il primo incontro, durato oltre due ore, si è interrotto intorno alle 14.30. La prima ad uscire è Rosella Sensi e, dopo di lei, l'avvocato Gambino che annuncia: «ci rivediamo tra le 6 e le 7 di oggi pomeriggio. L'accordo? Adesso andiamo a mangiare. L'obiettivo è la firma? Auspicabilmente certo». Poco dopo si apprende che le parti torneranno a sedersi al tavolo di Ruperto alle 18.30 ma senza Sensi e Peluso: presenzieranno solamente i legali di riferimento.