BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CALCIOMERCATO ROMA/ Sensi-Unicredit, Burdisso, Adriano, trattative al 7 luglio

Le trattative di calciomercato dei giallorossi

adriano_pensieroso_R375x255_13nov08.jpg (Foto)

CALCIOMERCATO ROMA - Ancora un rinvio in casa Roma per la vicenda Unicredit - Italpetroli. Tutto rimandato a giovedì 8 luglio. Le due parti hanno trattato fino a sera, ma non è arrivata nessuna firma risolutiva. Sembra però che sia stato trovato un accordo di massima. Mancherebbero solo alcuni dettagli prima di arrivare alla conclusione tanto attesa. Il problema è il credito di 325 milioni che la banca milanese vanta nei confronti di Italpetroli, la holding della famiglia Sensi e controllante indiretta dell'As Roma. L'accordo indispensabile per la conciliazione prevede la cessione di tutti gli asset facenti capo al gruppo dei Sensi, As Roma compresa. In cambio l'istituto di Piazza Cordussio azzererebbe il debito e lascerebbe alla famiglia Sensi una buonuscita di circa 30 milioni di euro in immobili. All'incontro di lunedì era presente anche Rosella Sensi, il numero 3 di Unicredit Piergiorgio Peluso e i rispettivi avvocati. I tifosi giallorossi aspettano impazienti. Anche fuori dalla palazzina che ospita le trattative. Presenti anche alcuni strisciono polemici verso Rosella Sensi.

 

Intanto Inter e Roma non hanno ancora deciso niente per la cessione di Nicolas Burdisso alla società capitolina. Il giocatore argentino vorrebbe rimanere nella Capitale. E avrebbe già fatto un accordo con la Roma per uno stipendio di 2,5 milioni annui fino al 2014. Ma il club nerazzurro chiede ancora 10 milioni di euro. Una cifra veramente esagerata per le casse giallorosse. Vedremo quindi come finirà questa operazione di mercato.

 

CALCIOMERCATO ROMA SENSI, ADRIANO, BUDISSO, CONTINUA, CLICCA QUI SOTTO