BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

CALCIOMERCATO/ Burdisso, la Roma mette l'Inter spalle al muro

NEWS CALCIOMMERCATO ROMA/ C'è in giro troppa confusione sul caso Burdisso-Roma-Inter. Ecco come stanno le cose veramente

C'è in giro troppa confusione sul caso Burdisso-Roma-Inter. Una guerra di nervi, l’ennesimo scontro di mercato come ormai siamo abituati a vedere da qualche anno, come per Mancini, Chivu, ecc. Tutti danno per fatto l’affare (nonostante le smentite di rito di Branca e Pradè) ma nessuno riesce a immaginare come questo verrà chiuso.

Per la prima volta il coltello dalla parte del manico ce l’ha in mano la Roma. Burdisso ha già in tasca un accordo con la società di Trigoria per i prossimi 4 anni a 2,5 milioni netti a stagione. Il contratto tra Burdisso e l’Inter scade a giugno del prossimo anno e il giocatore ha già dichiarato che non è disposto a rinnovarlo.

Se le cose stanno in questi termini, il giocatore argentino da gennaio sarà libero di trovarsi una nuova sistemazione senza passare dall’Inter che quindi non incasserebbe nemmeno un euro.

Motivo per cui la Roma ha fatto la sua offerta, 4,5 milioni più forse un bonus, e da quella non si schioda. Sta all’Inter decisere se accettare quei “pochi” milioni offerti, oppure continuare la linea dura e rimanere a bocca asciutta tra un anno.

I 10 milioni chiesti da Moratti sono uno sproposito per un giocatore in scadenza e questo anche in via Durini lo sanno bene tutti.

Speravano in qualche sceicco d’Oltremanica per fare uno sgarro alla Roma e portare a casa un mucchietto di soldi in più ma, voci a parte, nessuno ha bussato alla porta per chiedere l’argentino.

Viene da pensare che la “linea dura” dell’Inter sia dettata solo dalla volontà di non fare più sconti e regali alla Roma. Dopo anni di generosità dei Moratti verso la Sensi (in cambio di una certa disponibilità della Roma a cedere giocatori ai nerazzurri), soprattutto dopo lo sgarbo Baptista di gennaio. Il brasiliano era fortemente richiesto da Mourinho e sarebbe potuto andare a Milano in cambio proprio di Burdisso, ma Montali e Pradè si impuntarono e non se ne fece nulla.

La situazione ora è cambiata e sta in questi termini….