BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

ESCLUSIVA EUROPEI NUOTO/ L’allenatore della Pellegrini: devo imparare ad ascoltare di più Federica

Pellegrini felice dopo la vittoria nei 200 (Foto Ansa)Pellegrini felice dopo la vittoria nei 200 (Foto Ansa)

 

Parliamo della Pellegrini: novità degli 800 con un bronzo. Contento?

Sugli 800 prestazione maiuscola che mi aspettavo. Ha nuotato con grinta e determinazione in una gara che non aveva mai fatto. E’ un ottimo risultato visto che ha gareggiato non nelle migliori condizioni fisiche. Aver guidato per questi 8 mesi questa Formula 1 è stato per me un grande successo e sono molto soddisfatto del risultato.

 

Un domani tentare anche i 100 è un’idea azzardata?

Ci penseremo ma dobbiamo pensare a interagire con i programmi che stiamo svolgendo in vista delle olimpiadi e dei mondiali, soprattutto nella distribuzione dei carichi. Non dimentichiamo che nelle stesso giorno possono capitare batterie, semifinali e finali di gare con distanze diverse e con impegni non secondari per il nuotatore.

 

“Prendere il posto di Alberto (Castagnetti, ndr) era un compito arduo per qualunque allenatore al mondo ma Stefano ci è riuscito molto bene. Mi trovo in sintonia con lui e seguo volentieri i suoi consigli tecnici”. Cosi disse la Pellegrini alcuni mesi fa al nostro giornale. Cosa c’è di positivo ad allenare un campione come Federica e in questo rapporto su cosa deve lavorare Morini e su cosa deve lavorare ancora Federica?

Più che Federica devo sicuramente crescere io. Devo ringraziarla per queste belle parole. Io sono un toscanaccio ribelle e devo ancora entrare in sintonia con lei. Tutto quello che ho chiesto di fare come allenamento tecnico a Federica e ai ragazzi che seguo a Verona, è stato sempre eseguito alla perfezione. Vi confifdo una cosa: sono contentissimo di questo tipo di rapporto con lei…

 

(Francesco Montini)

© Riproduzione Riservata.