BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

INTER/ Moratti: "Noi multietinici? Meglio che ladri!"

Il patron nerazzurro ha parlato in un'intervista al TG1

Moratti_Massimo_R375_2ott08.jpg(Foto)

INTER - Moratti senza mezzi termini dice la sua su uno dei tormentoni molto in voga tra i detrattori dell'Inter, quelli che cioè sottolineano come la squadra abbia troppi stranieri e che da questo dipenda la crisi del calcio italiano. "Non può essere - spiega Moratti al TG1 -. Questo non c'entra assolutamente. Sarei più fiero di questa possibiltà che l'Inter ha dato al paese di essere prima in classifica in tutto. Bisogna trovare un difetto a chi vince, meglio essere multietnici che comprare le partite".

Le molte vittorie hanno attirato l'attenzione e l'antipatia di molti sui nerazzurri: "No, non credo. E poi anche se fosse è normale, è tutto giustificato dal fatto che se io sono l'altra squadra che ha tentato di vincere e non ce l'ho fatta, certo non mi è simpatico chi ha vinto. Questo è abbastanza naturale"


COMMENTI
23/08/2010 - Inter, 100 anni di piagnistei e ruberie (Stefano Cadeddu)

Poveretto, con tutto il cartone che si ritrova in bocca non riesce più a governare la lingua!

 
23/08/2010 - Una affermazione profondisima! (Giuseppe Crippa)

Sottoscrivo totalmente l’affermazione del Presidente della Squadra degli Onesti, davvero colpito per la profondità e la perspicacia mostrata nel cogliere, e più ancora nel porgere al pubblico, il fatto che da un punto di vista sia etico che sportivo lo schierare giocatori stranieri (magari in numero superiore al consentito truccando alcuni passaporti – il caso Recoba è certificato, quello Maxwell in via di accertamento) è meno grave che comprare partite (non è chiaro a chi il suddetto Presidente alluda, forse a Mourinho quando era al Porto). Dopo questa storica uscita possiamo dare per scontato che per il futuro le banalità verranno definite non più “lapalissiane” ma “morattiane”!