BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CALCIOMERCATO/ Roma, Inter, affare Burdisso: Pradè si gioca le ultime carte

burdisso_roma_R375x255_06apr10.jpg (Foto)

 

Oggi il direttore sportivo giallorosso Daniele Pradè sarà a Milano per parlare direttamente con l'Inter e provare a convincere i nerazzurri che, a parità di offerta, sono fortemente orientati a cedere l'argentino alla Juventus. La Roma, considerata diretta concorrente dei campioni d'Italia, potrebbe non essere l'interlocutore preferito dai dirigenti nerazzurri che, a quanto pare, non hanno ancora digerito l'affare Chivu (aumento della posta tirando in mezzo Barcellona e Real) e la trattativa di gennaio scorso per  Julio Baptista. L'ultima (preziosissima) chiave per sbloccare l'operazione Burdisso è ora da rintracciarsi nella volontà del giocatore. La stessa che, fino a qualche giorno fa, era incrollabilmente diretta a Roma e alla Roma. Anche se ad oggi qualcosa si è rotto e l'argentino si guarda intorno, stufo della situazione protrattasi a lungo. Voglioso di ricominciare a giocare, lottare ed essere protagonista.

 

Pradè e i dirigenti giallorossi devono far sì che Nicolas punti i piedi e blocchi l'eventuale passaggio alla Juventus. D'altronde la società giallorossa ha potuto pareggiare l'offerta solamente alla fine di agosto per evidenti cause di forza maggiore: l'ok di Unicredit al rilancio dell'offerta (ora a cifra 8 milioni)  è arrivato solo nelle ultime ore e, così, sempre nelle ultime ore, si è chiuso l'affare Cerci che porterà nelle casse giallorosse oltre 3 milioni di euro. "Caro Nicolas, - questo il possibile messaggio giallorosso-, si è fatto quel che si è potuto. Ora mettiti una mano sulla coscienza e scegli con il cuore".

 

(mar.fat.)

© Riproduzione Riservata.