BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CAGLIARI ROMA/ Giallorossi allo sbando: difesa colabrodo e idee confuse. Aspettando il Bayern...

Pubblicazione:

totti_inginocchio_R375x255_26apr10.jpg

CAGLIARI ROMA - Peggio di così non poteva andare. O forse sì. Con un filo d'ironia Totti prova a smorzare la tensione: "un anno fa dopo due partite eravamo a zero punti". Magra consolazione. Per il resto la serata del Sant'Elia (dove la Roma non vince da 15 anni) offre solo severi spunti di riflessione ad una squadra che sembra ancora in piena preparazione estiva. Come se le prime due giornate di campionato le fossero piombate addosso senza preavviso, così, a sorpresa.

 

La Roma di Ranieri è scesa in campo senza motivazioni. E ne ha approfittato un Cagliari veloce e attento in ogni parte del campo, a partire dalla propria porta dove un superlativo Agazzi nega più volte la strada del gol ai giallorossi e non fa rimpiangere il nazionale Marchetti. Dal canto suo l'undici di Ranieri si limita al minimo sindacale fino all'1-1, poi, complice l'espulsione di Burdisso e lo spaesamento generale, non riesce a riprendere in mano le redini di un match terminato prematuramente. Julio Sergio non sembra ancora al top della forma (la goleada subita lo dimostra) anche se le colpe più grandi si distribuiscono ad una difesa che in cinque occasioni (quattro delle quali su palle inattive) non è riuscita a controllare/anticipare le mosse avversarie.

 

CAGLIARI ROMA - CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO, CLICCA IL PULSANTE QUI SOTTO


  PAG. SUCC. >