BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CASSANO/ L'intervista a Mediaset: "Il rammarico? Ho buttato il 50% della mia vita..."

Da Bari a Capello a Garrone a Carolina, metamorfosi di un talento diventato campione

cassano_gioia_R375x255_12apr10.jpg (Foto)

Antonio Cassano parla della sua carriera inaugurando Premium Football Club su Mediaset Premium. "La gente da quando gioco a calcio mi è sempre stata vicino. Chi mi è stato contro è stato qualche allenatore, qualche giornalista, qualche opinionista, che magari adesso sale sul carro dei vincitori, ma di questi a me non frega niente. Quello che c'è di nuovo è che sono cambiato in tre anni e non negli ultimi due mesi. Il mio rammarico più grande è che nel calcio ho dato il 50-60% e per questo ho perso sei sette anni della mia vita. Certamente potevo fare molto di più, ma come si dice a Bari meglio ferito che morto".

 

Ora Fantantonio vive un momento d'oro e il feeling con il ct azzurro, Cesare Prandelli, è grandissimo. "Prandelli è una persona per bene. Due secondi dopo che ci siamo incontrati a Coverciano mi ha detto dove aveva intenzione di farmi giocare. Mi ha trattato da uomo. È una persona che ti dà importanza". Il momento della svolta, come lo stesso Cassano ha più volte dichiarato, è stato l'incontro con Carolina: "Mia moglie mi ha cambiato la vita perché mi ha detto: se non torni a fare la persona seria non esco più con te". E poi su Capello "Io l'ho sempre detto: se mi chiedete quale periodo della mia vita vorrei cancellare è quello del periodo di Capello, perché il mister ha fatto davvero tanto, ma tanto per me, ed io invece non ho fatto niente per lui. A momenti si toglieva il cuore per me nonostante i danni ed i disastri che ho fatto con lui".

 

CASSANO INTERVISTA A MEDIASET, CONTINUA, CLICCA QUI SOTTO