BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

MILAN/ Lite Sacchi - Ibrahimovic, l'ex ct chiude: «Gli auguro di vincere più di quanto ho vinto io»

L’ex allenatore rossonero chiude definitivamente la polemica con lo svedese

Ibrahimovic_R375_25ago10.jpg(Foto)

MILAN – Si chiude forse definitivamente la querelle fra Zlatan Ibrahimovic e Arrigo Sacchi. Per chi se lo fosse perso i due hanno litigato in diretta tv, presso gli studi di Mediaset Premium, nel post-partita di Milan Auxerre. L’ex Barcellona non avrebbe preso bene alcune dichiarazioni rilasciate da Sacchi durante la sua esperienza blaugrana e avrebbe risposto in maniera stizzita ad alcune domande. Ieri, però, il tecnico romagnolo ha teso la mano allo svedese: «Lui è il più grande solista del mondo - ha detto Sacchi a margine di un incontro a Milano - se si inserisce negli schemi di gioco può diventare il più grande giocatore in assoluto. Auguro a lui di avere più successo di quello che ho ottenuto io nei miei anni alla guida del Milan».

Poi Sacchi ha aggiunto: «Sono circondato da affetto e stima mi è spiaciuta questa vicenda. Ha sbagliato modi e tempi, le mie erano critiche tecniche. Mi è sembrato strano perchè sono amico di Berlusconi e Galliani e credo di aver fatto qualcosa per la squadra, come dimostra la riconoscenza dei tifosi. Lui non è stato un buon profeta di se stesso, credo però che fosse stanco».