BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

ESCLUSIVA/ Castagner: Lazio-Milan si decide a centrocampo, Inter e Juventus servono conferme

ILARIO CASTAGNER analizza il turno infrasettimanale di Serie A che vede sfide interessanti come il posticipo di domani tra Juventus e Palermo

allegri_milan_R375x255_21set10.jpg(Foto)

Siamo alla quarta giornata di campionato. Un campionato che quest’anno si presenta più equilibrato del solito, anche se l’Inter è già in testa insieme alla sorpresa Cesena. Un campionato che vede le difficoltà del Milan, la solita partenza difficile della Roma e una Fiorentina che si ritrova  a dover fare i conti con il dopo Prandelli,  con un solo punto in tre giornate. Abbiamo chiesto una panoramica su questo primo scorcio a Ilario Castagner, ex allenatore di Perugia, Lazio, Milan, Inter, ora commentatore per Mediaset Premium. Eccolo in questa intervista in esclusiva per ilsussidiario.net.

Castagner, Lazio-Milan è il big match della quarta giornata. Che partita sarà?

Credo che il Milan abbia una superiorità tecnica notevole e parta favorito. Deve però evitare di giocare come contro il Catania, con un centrocampo statico e che faceva poco filtro. Proprio il centrocampo è il punto di forza della squadra biancazzurra, sempre molto compatto e incisivo, in grado di creare problemi a quello del Milan che invece dimostra diverse lacune...

Poi c’è Juventus – Palermo, certamente un incontro ad alto contenuto tecnico

La Juventus deve dimostrare i progressi fatti registrare ad Udine. Ma il Palermo è squadra di indubbie qualità. Di certo sarà una bella partita...

Poi c’è Inter – Bari, i pugliesi sono un cliente sicuramente difficile...

Sì, il Bari gioca bene al calcio. C’è una manovra corale di tutta la squadra. I ragazzi di Ventura possono certamente mettere in difficoltà l’Inter. Il merito degli exploit della squadra pugliese è anche del suo allenatore, che ha saputo costruire una formazione di ottimo valore.

La Roma non sembra invece aver ingranato…

La Roma come al solito parte male. E così diventa decisiva la trasferta di Brescia per poter cambiar ritmo e dare un’ impronta diversa a questo campionato.