BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PAGELLE/ Catania-Chievo (1-1): i voti, la cronaca, il tabellino (ventesima giornata)

Finisce in parità la sfida tra Catania e Chievo. Un pareggio che non allontana lo spettro della zona retrocessione per le due squadre

Maxi Lopez (Foto Ansa) Maxi Lopez (Foto Ansa)

Finisce in parità la sfida tra Catania e Chievo. Un pareggio che non allontana lo spettro della zona retrocessione per le due squadre. Gli etnei infatti hanno solo tre punti di vantaggio su Brescia e Cesena, uno in più dei clivensi. Ancora una volta sono risultati determinanti Maxi Lopez e Pellissier.

Catania che scende in campo con Llama al posto di Mascara, Maxi è punta unica e Spolli fa il suo rientro dal primo minuto. Nel Chievo ci sono Thereau e Pellissier in attacco. Al secondo minuto un bello spunto di Gomez sulla destra ma Mantovani lo stende. Ma è il Chievo a rendersi pericoloso due volte. Pellissier viene ribattuto per due occasioni consecutive. Ma la partita in queste battute iniziali si gioca a ritmi velocissimi: Fernandes chiuso in estremi dai difensori del Catania, continui rivolgimenti di campo. Akl 14esimo Freymette giù Lalam, palla dentro a cercare Spolli che manca il colpo di testa per un soffio. Bella conclusione al 19esimo ancora di Lalma ,a Sorrentino blocca bene. Al 27esimo fallo da rigore per il Catania: Gomez mette dentro un gran pallone per Ledesma che viene trattenuto da Mantovani e quindi cade a terra, calcio di rigore. Lo batte Maxi Lopez e fa gol. Catania in vantaggio. Chievo vuole il pareggio e riparte di gran foga: Thereau lanciato da Pellissier viene chiuso bene in area d rigore poi è Cesar che ci prova dalla lung distanza ma senza fortuna. Altra occasione Chievo al 36esimo: botta potente di Bogliacino e Andujar compie il miracolo andando a parare. Il primo tempo si conclude con il Catania in vantaggio e un Chievo che meritava il pareggio.

Nessun cambio nelle formazioni all’inizio del secondo tempo e il Chievo si lancia subito in attacco alla ricerca del gol. Thereau ci prova due volte nei primi cinque minuti, ma Andujar fa buona guardia, anche su Constant al 10’ e quando un minuto più tardi esce in anticipo su una palla in area molto pericolosa. Non succede nulla per dieci minuti, finché al 20’ il Chievo non riesce a trovare il gol con Pellissier che con un destro non lascia scampo al portiere del Catania. Giampaolo butta nella mischia Mascara, ma al 24’ deve rinunciare a Pesce che si infortuna a una caviglia. Mascara ci prova prima su punizione (26’) e poi di testa (31’), ma non ha fortuna.  Al 37’ miracolo di Sorrentino, che in uscita riesce a evitare il gol di Maxi Lopez che aveva aggirato Cesar. Il Chievo sembra sparito, ma al 40’si fa vivo con il neoentrato Granoche, bloccato però in fuorigioco. Nel finale Pellissier ci prova ancora, ma viene anticipato in uscita da Andujar. Dopo quattro minuti di recupero arriva il triplice fischio dell’arbitro Celi.