BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

TENNIS AUSTRALIAN OPEN/ Esclusiva Panatta si racconta: da Melbourne alla maglietta rossa contro Pinochet

Adriano Panatta (Foto Ansa) Adriano Panatta (Foto Ansa)

Si continua a parlare della crisi del tennis maschile …

Peccato, perché alcuni anni fa riuscivamo ad avere buoni giocatori che, anche se non erano al top della classifica, facevano sempre discreti risultati, come Canè, Camporese...

 

Ci vorrebbe un nuovo Panatta…

E’ quello che spero anch’io. Sto aspettando ormai da tempo che qualche tennista italiano possa superare i miei risultati...

 

Lei è stato un po’ un simbolo dello sport e della vita dell’Italia. Mimmo Calopresti le ha dedicato anche un film - documentario, “La maglietta rossa”…

Si parla della finale di Coppa Davis del 1976 tra Cile e Italia e di quel periodo storico. Io stesso cercai di contestare il regime dittatoriale di Augusto Pinochet, indossando nella finale di doppio con Paolo Bertolucci una semplice maglietta rossa, come segno di protesta verso quel governo che aveva commesso tante atrocità.. Un modo per dimostrare il mio impegno civile.

 

(Franco Vittadini)

© Riproduzione Riservata.