BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

VOLLEY/ Blackout a Verona: la M Roma Volley perde 3-0 ed entra in crisi

Pubblicazione:domenica 16 gennaio 2011

Foto: Ansa Foto: Ansa

DAL NOSTRO INVIATO A VERONA - Black-Out Roma. La Marmi Lanza Verona stacca di netto la corrente ai capitolini e lascia agli avversari solo un Andrea Giani rabbuiato e con molti interrogativi ancora senza risposta. Non c'è stata storia nel match che ha aperto il girone di ritorno della M.Roma Volley. Gli scaligeri hanno inflitto un secco 3-0 (parziali 26-24, 25-22, 25-23) ad una squadra spenta, con poca voglia e determinazione. Non sono bastati i 12 punti di Ivan Zaytsev e i 17 di Milan Bencz, visto che al sestetto romano è mancata soprattutto l'aggressività in fase di difesa e di contenimento a muro. Troppo liberi gli attaccanti di Verona, trascinati da un ritrovato Michal Lasko (12 punti) e da un ottimo uso dei centrali Pajenk e Brunner, il cui gioco il muro della M.Roma Volley non è mai davvero riuscita a leggere.

 

La squadra allenata da Andrea Giani inizia la gara con un convincente 8-5 che lascia ben sperare, ma sono solo sprazzi di bel gioco. Le bella prova di Zaytsev e Saraceni (che ancora una volta si conferma valido sostituto di Alberto Cisolla) non basta a sopperire agli abbagli di un organico che in formazione rimaneggiata (ancora assenti sia il cubano Raidel Poey che Martin Lebl, utilizzato solo nei momenti fondamentali per un contributo a muro) non riesce davvero a vedere luce e a trovare affiatamento.

 

Il primo set, terminato 26-24, ha di nuovo messo in mostra i difetti di lucidità di una squadra non ancora così agguerrita da riuscire a lottare punto a punto nei momenti di maggior tensione. Ecco dunque che il fallito pareggio su un'azione di contrattacco nel terzo e decisivo set (dopo un recupero insperato dal 24-20 al 24-23) sembra fotografare perfettamente i problemi di una M.Roma ora ufficialmente in piena crisi e in totale confusione. Onore ad una cinica e spietata Marmi Lanza Verona, spesso chirurgica in fase di costruzione dell'attacco, in grado di sbagliare pochissimo e di sfruttare ogni occasione a suo vantaggio. Dopo tre sconfitte consecutive e una lunga serie di infortuni, era sicuramente questo il tipo di reazione che coach Bagnoli sperava di avere.


  PAG. SUCC. >