BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CALCIOMERCATO INTER/ La cessione di Pazzini, ultimo atto della presidenza Garrone

Il patron del Doria sembra voler abbandonare il club che lo ha visto in sella da quasi nove anni

Pazzini (a dx) con Palombo, Cassano e Garrone (Foto Ansa) Pazzini (a dx) con Palombo, Cassano e Garrone (Foto Ansa)

CALCIOMERCATO INTER SAMPDORIA - Nelle edicole liguri, le copie superstiti del calendario 2011 della Sampdoria conservano sulla copertina un futuro già trascorso, scintillante come la luce di una stella spenta ma persistente nel gioco della distanza: dei tre giocatori effigiati, tutti nazionali, soltanto Palombo infatti è ancora blucerchiato. Gli altri due, ovvero gli attaccanti titolari in azzurro Cassano e Pazzini, si ritroveranno il 3 aprile da avversari nel derby di Milano. Se il barese era già stato ripudiato molto prima del plateale strappo di mercoledì sera, la rinuncia al neointerista infonde sconforto e confusione in una tifoseria sottoposta a una brusca depressurizzazione del desiderio. La Sampdoria dello scorso 16 maggio, quarta forza del calcio italiano, ha fatto la fine di quei vincitori alla lotteria incapaci di sostenere il peso di un’inattesa fortuna, secondo il canone della drammaturgia classica che indicava come il più infelice tra gli uomini quello che avesse visto realizzati i propri desideri.

 

L’accesso alla Champions League ha infranto i presupposti di una stabilità gestionale ormai consolidata, secondo il pieno equilibrio tra le ambizioni di società, giocatori e tifosi. La proprietà ha comunque ritenuto di non modificare i programmi di austerità, anche per via del pesante passivo (16 milioni) dell’ultimo esercizio, dato non estraneo alla separazione dall’amministratore delegato Beppe Marotta, congedato a vantaggio di Sergio Gasparin, peraltro anch’egli dimissionario dopo soli otto mesi.

 

CALCIOMERCATO INTER SAMPDORIA CONTINUA A LEGGERE CLICCA SOTTO