BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

PAGELLE/ Palermo Sampdoria (3-0): la cronaca, le pagelle e il tabellino (diciottesima giornata)

Largo successo dei siciliani sulla Samp orfana di Cassano

miccoli_r375X255_13DIC09.jpg(Foto)

Dopo la sosta invernale, il campionato offre subito Palermo-Sampdoria, big match dal sapore europeo in cui si affrontano due delle squadre più spettacolari del Campionato.

– I due tecnici confermano le formazioni della vigilia e nei primi minuti si assiste ad una gara equilibrata, con il Palermo intraprendente ma poco pratico.

La partita si accende dopo un quarto d'ora di studio, con una bella conclusione di Ilicic dai 30 metri, Curci controlla. I padroni di casa provano a fare la partita, ma i blucerchiati non subiscono passivamente e intorno al 23esimo fanno correre un brivido lungo la schiena dei 20mila tifosi del Barbera. Da un bello schema su punizione infatti, Palombo pesca Guberti che, solo davanti a Sirigu, non si coordina e sfiora il palo. La partita diventa frizzante e le due squadre ribattono colpo su colpo. Ci prova prima Miccoli di testa, poi dall'altro lato, sugli sviluppi di calcio d'angolo la conclusione di Guberti trova un super Sirigu che con un tuffo plastico devia il diagonale del doriano.

Sembra che la Sampdoria stia prendendo il predominio territoriale, ma è una sensazione illusoria, al 36 esimo Miccoli protegge il pallone sull'out sinistro dell'aria di rigore, si accentra e serve Pastore che, con il terzo occhio, chiude il triangolo con il Romario del Salento, il capitano rosanero si gira in un fazzoletto e con un rasoterra millimetrico infila Curci e porta i suoi in vantaggio. Gli ultimi minuti del primo tempo scorrono senza che la Sampdoria riesca a imbastire una reazione, ed il Palermo che si limita a controllare il vantaggio.
Neanche il tempo di rientrare dagli spogliatoi ed è subito Palermo. La Sampdoria è imprecisa nel disimpegno e la palla arriva a Miccoli che serve sulla corsa Balzaretti, il cross del terzino sinistro è perfetto per l'inserimento di Migliaccio che, di testa, realizza la rete del raddoppio.

La rete in avvio è un colpo troppo duro per la Samp di quest'oggi, i blucerchiati infatti faticano a rientrare mentalmente in partita e rischiano di capitolare pochi minuti dopo il raddoppio; Ilicic fa secco Gastaldello con una splendida veronica sulla linea di fondo, si accentra e spara una botta addosso a Curci, sulla respinta prova poi una mezza rovesciata, ma manca l'impatto con il pallone. Le prime risposte ospiti arrivano intorno alla mezz'ora; il primo a provarci è Palombo che calcia alto una punizione da posizione interessante, ci provano poi Koman e Pozzi, ma i loro tentativi sono fiacchi e non impensieriscono il sempre attento Sirigu. Consequenziale è così la terza rete dei rosaneri, con un break di Ilicic che si fa 20 metri palla al piede prima di servire Maccarone che, implacabile, supera per la terza volta Curci e chiude definitivamente la gara.