BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PAGELLE/ Lazio-Lecce (1-2), i voti, la cronaca, il tabellino (diciannovesima giornata)

Passo falso dei biancocelesti fra le mura amiche, che regalano al Lecce la prima vittoria esterna

reja_R375x255_10feb10.jpg (Foto)

LE PAGELLE, LA CRONACA, IL TABELLINO DI LAZIO - LECCE  (RISULTATO 1-2) - In una domenica in cui succede di tutto, anche il Lecce riesce ad espugnare l’Olimpico, approfittando della Lazio più brutta della stagione, che non riesce a sfruttare il passo falso del Milan. Il Lecce porta a casa tre punti fondamentali nella lotta per non retrocedere.


SINTESI PRIMO TEMPO: Primo tempo pessimo della squadra di Reja, Ledesma ed Hernanes, peggiore in campo, non riescono a prendere in mano la squadra, e così è il Lecce a giocare meglio nella prima mezz’ora, con numerose iniziative e una serie di corner pericolosi. Solo fiammate da parte dei biancocelesti. Al 36’ Ofere è costretto ad uscire dopo un contatto, al suo posto Corvia. Tre minuti dopo il Lecce passa in vantaggio in maniera fortunosa: un destro di Jeda dal limite colpisce il palo alla sinistra di Muslera, la palla carambola sulla schiena del portiere biancoceleste e finisce in rete.  La Lazio cerca di reagire subito, con Mauri e Zarate che sembrano in palla, ma il Lecce riesce a chiudersi bene, con difesa e centrocampo molto vicini.


SINTESI SECONDO TEMPO: Inizia il secondo tempo senza sostituzioni. Pronti via e la Lazio pareggia: al 2’ solita punizione di Ledesma dalla destra, e Mauri, in sospetto fuorigioco, riesce a stoppare la palla e a battere Rosati con una semirovesciata da dentro l’area piccola. È il miglior momento della squadra di Reja, che poco dopo sfiora il vantaggio con Zarate: dopo una combinazione con lo stesso Mauri, si trova a tu per tu con il portiere del Lecce che ribatte la conclusione. Continua ad attaccare la Lazio, mentre il Lecce attende la possibilità di colpire in contropiede. Così avviene al 27’: Zarate colpisce direttamente l’incrocio da calcio d’angolo; il Lecce riparte in contropiede e Corvia non riesce a colpire su un cross proveniente da destra, ma sulla palla arriva Grossmuller, uno dei migliori del Lecce, che con un piattone di destro batte di nuovo Muslera. La Lazio non riesce ad organizzarsi davanti, nonostante gli innesti di Kozak e Foggia. È invece il Lecce a mancare clamorosamente il colpo del ko, a sette dalla fine, con un nuovo contropiede in cui Biava salva due volte sulla linea e Munari colpisce anche la traversa. 

 

CLICCA QUI PER LEGGERE LE PAGELLE E IL TABELLINO DI LAZIO-LECCE