BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CLASSIFICA SERIE A/ I risultati della settima giornata, aspettando il derby Lazio-Roma

Pubblicazione:domenica 16 ottobre 2011 - Ultimo aggiornamento:domenica 16 ottobre 2011, 18.35

La classifica della Serie A dopo la settima giornata La classifica della Serie A dopo la settima giornata

CLASSIFICA SERIE A: I RISULTATI DELLA SETTIMA GIORNATA - La classifica della Serie A alla settima giornata di campionato, in attesa del big match di questa sera (il derby della Capitale tra Lazio e Roma), fa registrare poche novità.
Il passo in avanti più importante è quello del Milan. Con i tre punti di ieri conquistati in casa contro il Palermo (3-0), infatti, la squadra di Allegri guadagna terreno nei confronti delle avversarie dirette e presunte. La Juventus deve accontentarsi di un punto sul terreno del Chievo Verona, l'Inter ieri ha subito una bruciante sconfitta per mano del Catania e il Napoli è stato battuto in casa dal Parma.
La settima giornata fa registrare poi il record negativo delle reti segnate. Sono ben cinque, per ora, gli 0 a 0. Un dato che ci riporta indietro fino all''89 e che potrebbe essere superato se anche l'attesissimo derby di Roma dovesse deludere. Reti bianche infatti a Verona (Chievo-Juventus), Cesena (Cesena-Fiorentina), Bergamo (Atalanta-Udinese), Cagliari (Cagliari-Siena) e Genova (Genoa-Lecce).
Nella zona bassa della classifica c'è da sottolineare il colpo grosso del Bologna, che espugna Novara e raggiunge quota 4 punti (l'ultima vittoria in serie A era del marzo scorso).
E così, in testa in questo momento troviamo Juventus e Udinese a quota 12. Il Cagliari a 11, Palermo e Napoli a 10. Chievo, Catania e Parma a 9. Roma e Lazio a 8, anche se questa sera entrambe avranno la possibilità di avvicinarsi moltissimo alla vetta. Con lo stesso punteggio Fiorentina, Genoa e Milan.Il Siena a 6. Atalanta (contando le penalizzazioni di inizio anno) e la neopromossa Novara a 5.
A 4 punti, insieme a Bologna e Lecce, la vera sorpresa è trovare l'Inter. I nerazzurri, guidati da Ranieri, faticano a proseguire nella svolta positiva che il nuovo tecnico aveva saputo portare dopo l'inizio terribile di Gasperini. C'è tutto il tempo per recuperare, anche se i tifosi non si sarebbero aspettati di vedere i nerazzurri in piena zona retrocessione dopo sette giornate.
Chiude lo sfortunato Cesena a 2. La squadra di Giampaolo, fermata sullo 0 a 0 dalla Fiorentina in casa, probabilmente avrebbe meritato qualcosa in più. Ora tocca ai bianconeri fare di tutto per uscire il più presto possibile dalle sabbie mobili.


  PAG. SUCC. >