BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PAGELLE/ Torino-Juve Stabia (1-0): i voti, la cronaca e il tabellino (decima giornata)

Pubblicazione:domenica 16 ottobre 2011

Rolando Bianchi (Foto: ANSA) Rolando Bianchi (Foto: ANSA)

LE PAGELLE DI TORINO-JUVE STABIA (RISULTATO: 1-0): I VOTI, LA CRONACA E IL TABELLINO – E’ davvero un Toro pigliatutto. Granata di misura, ma in fuga. Basta infatti un solo gol di capitan Bianchi per ottenere l’ottava vittoria in campionato. Tifosi granata che ritrovano la Juve come avversaria. Ma non è serie A e non è la Juve di Conte. E’ la Juve Stabia di mister Braglia. Le vespe arrivano all’Olimpico cariche delle 4 vittorie consecutive. Escono comunque a testa alta i campani, dopo aver sfiorato un insperato pareggio sul campo dei primi della classe. Per quanto riguarda la formazione di Ventura un primo tempo da rivedere, povero di occasioni e con un’evidente difficoltà nel superare il muro stabiese. Ma nel secondo tempo nonostante il merito degli avversari, il Toro ha tirato fuori la voglia di crederci e ha rischiato. Soprattutto grazie ai numerosi guizzi di Stevanovic dalla destra. Quando ha voluto, l’esterno serbo ha superato il terzino stabiese Di Cuonzo e ha creato grandi pericoli per la retroguardia gialloblù. Vittoria dunque con il cuore per il nuovo Toro di mister Libidine-Ventura. Questo successo va proprio a conferma di questa novità. E la classifica inizia a sorridere ad una squadra sempre più lanciata e da quest’oggi sempre più staccata dalle concorrenti alla promozione.
SINTESI PRIMO TEMPO – Prima dell’inizio della gara viene osservato un minuto di silenzio, in memoria delle vittime dell’incidente di una settimana fa, mentre i granata rientravano a Torino. Partono decisi a far bene gli uomini di Ventura. Ma Braglia ha messo in campo i suoi ordinati e gli spazi raramente si trovano. Infatti la prima occasione per i padroni di casa si ha con un tiro da fuori di Iori. Conclusione che non preoccupa affatto Seculin. Il Toro continua a fare possesso, ma preoccupato dal contropiede non rischia di scoprirsi più di tanto. L’occasione più ghiotta nella prima parte della gara capita sui piedi di Antenucci. L’esterno ex Catania si inserisce in una triangolazione Ebagua – Bianchi e tenta di superare Seculin. Ma il portiere scuola fiorentina esce smorzando il tiro dell’ala granata. I difensori immediatamente liberano l’area. I gialloblù ci provano timidamente sul finale con un colpo di testa pericoloso di Zito e un’improvvisa verticalizzazione di Di Tacchio che trova impreparato alla conclusione Sau. Mentre ad una manciata di secondi dal 45simo, Stevanovic supera Di Cuonzo e serve Bianchi che in area non riesce a tirare in porta.
SINTESI SECONDO TEMPO – C’è un altro spirito all’Olimpico nella ripresa. Braglia sostituisce un pallido Sau con Mbakogu. Mentre Ventura non cambia nulla. Il Toro sembra crederci di più ma inizierà a rischiare veramente solo dal 65simo in poi. Infatti fino ad allora poco o niente da entrambe le parti. Anche se con il passare del tempo i granata velocizzano il gioco. Proprio al 65simo Bianchi sfugge all’assidua marcatura di Molinari e prova il destro. Ma il tiro si spegne sul fondo.  Solo a questo punto si ha una risposta offensiva della squadra campana. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo il nigeriano Mbakogu prova a far male di testa, ma Coppola è attento e blocca facilmente. Dopo qualche minuti entra in campo Sgrigna per Ebagua. Stevanovic mette il turbo e supera diverse volte Di Cuonzo. Su una di queste azioni riesce a trovare Sgrigna in area, che di prima calcia verso la porta. Il tiro velenoso finisce alto di poco. Passa qualche minuto e il Toro passa. Un cross di Glik dalla mediana pesca in area Bianchi che si smarca e di testa gira alla destra di Seculin immobile. Quinto gol in campionato per il bomber di Lovere. La partita però non muore e grazie alla reazione della Juve Stabia regala ancora emozioni. Il neo entrato Raimondi e Molinari cercano il gol del pari. Ma nessuno dei due impensierisce Coppola. Su un contropiede fulmineo dei granata, Bianchi arriva al tiro, ma l’attaccante è sfinito e non riesce a battere a rete. L’arbitro Ostinelli dopo 3 minuti di recupero fischia la fine. Ed il Toro scappa, chi riuscirà a raggiungerlo?


  PAG. SUCC. >