BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SERIE A/ Genoa-Lecce (0-0): sintesi e video highlights (settima giornata)

Tutti i dati e le statistiche della partita Genoa-Lecce, uno dei tanti 0-0 di questa domenica avara di gol. Leggi il commento e guarda gli highlights della partita.

Palacio (Ansa) Palacio (Ansa)

Genoa-Lecce termina a reti bianche anche se alla vigilia entrambi gli allenatori avevano chiesto alle rispettive squadre carattere e vittoria. Se c’è una squadra che deve rammaricarsi del risultato ottenuto questa è sicuramente il Grifone che all’attenta analisi della partita dimostra di aver avuto supremazia nel possesso palla (56% contro 44% del Lecce), nelle conclusioni (che sono state 17 contro 7) e per quanto riguarda la supremazia territoriale registrando ben il doppio dei minuti giocati in attacco rispetto agli avversari per la cronaca 12’ contro 6’. Il giocatore che più si distingue in questo match è senza ombra di dubbio il talentino rossonero Alexander Merkel che si presenta dalle parti di Benassi ben quattro volte offrendo ben 55 passaggi riusciti ai compagni (meglio di lui solo il play maker Veloso); dall’altro lato il Lecce di Di Francesco mostra poca pericolosità con Ofere e Corvia che si dimostrano attaccanti inefficaci non riuscendo mai a penetrare in area avversaria e facendo ottenere alla squadra solo due miseri calci d’angolo nei novanta minuti complessivi, un dato davvero indicativo della pochezza in avanti dei salentini. Leggendo i dati si capisce tuttavia perché i rossoblu non siano riusciti ad ottenere i, seppur teoricamente meritati, tre punti; i numeri parlano chiaro e ci dicono che la maggiore densità di gioco genoana si è sviluppata soprattutto sulla fascia sinistra con Palacio costretto a defilarsi spesso senza trovare un degno inserimento di qualche compagno al centro permettendo così alla difesa pugliese di spazzare quasi sempre la sfera dalla propria area di rigore. Infine si deve fare un’analisi sui cartellini, il Genoa se ne procura quattro come il Lecce ma Kaladze da solo ne guadagna due “regalandosi” una stupida espulsione; per quanto riguarda i falli questo è l’unico dato di equilibrio della partita: infatti durante il match ci sono stati 21 falli rossoblu e 20 giallorossi. Il Genoa se sarà più fortunato può provare il colpaccio settimana prossima a Torino contro la Juve, il Lecce se farà una partita come oggi dovrà faticare e non poco per uscire indenne dal prossimo turno contro un Milan ritrovato.