BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PAGELLE/ Fiorentina-Lazio (1-2): i voti, la cronaca e il tabellino (sesta giornata)

Foto (Ansa) Foto (Ansa)

LAZIO: 6.5: finora era sempre mancata la condizione fisica. Ora che sta arrivando, comincia a intravedersi il vero valore di una squadra interessante

MARCHETTI: 6.5: grande intervento su Cerci, che vale come un gol

KONKO: 6: sempre coinvolto, appoggia costantemente la fase offensiva

DIAS: 7: è una roccia in difesa, guida i suoi

RADU: 5: in difficoltà costante su Cerci, ha la scusante del rientro

SCULLI: 6.5: entra e fa un assist

STANKEVICIOUS: 6: importante prova in un ruolo che non è il suo

GONZALEZ: 6: altalenante, comunque supporta bene i suoi

LEDESMA: 5.5: sbaglia troppi lanci, è un po’ troppo frettoloso

BROCCHI: 6.5: motorino instancabile di centrocampo, nonostante l’età

HERNANES: 7 (il migliore): si sblocca dopo il bel gol, e da lì son problemi per tutti, tranne che per i laziali. Finalmente decisivo

CISSE’: 5: i palloni che tocca in 76 minuti si contano sulle dita di due mani. Un tiro in porta da 30 metri. Decisamente insufficiente

MATUZALEM: 6.5: entra e in un quarto d’ora cambia la partita. Forse lo spocchioso Tevez potrebbe imparare da lui

KLOSE: 7: forse troppo per la sua prestazione, ma un gol decisivo e la costante pericolosità creata alla sua età non sono da tutti, anzi

REJA: 7: risolve la partita sbloccandola dallo stallo con una sostituzione che si rivela decisiva. Il compito del mister è quello, e lui lo fa alla grande

 

(Giovanni Gazzoli)

© Riproduzione Riservata.