BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PAGELLE/ Verona-Nocerina (1-1): i voti, la cronaca e il tabellino (undicesima giornata)

Verona e Nocerina, anticipo dell'undicesima giornata del campionato di Serie Bwin si chiude con il risultato di 1 a 1. Scaligeri e Molossi giocano un tempo a testa e si dividono la posta.

Andrea Mandorlini, tecnico Verona (Foto: Ansa) Andrea Mandorlini, tecnico Verona (Foto: Ansa)

Verona – Nocerina, anticipo dell'undicesima giornata del campionato di Serie Bwin si chiude con il risultato di 1 a 1. Scaligeri e Molossi giocano un tempo a testa e si dividono la posta in palio per un pareggio che, a conti fatti, non soddisfa nessuno.

Parte meglio la Nocerina che, davanti al pubblico del Bentegodi, evidenzia un'organizzazione di gioco ed una sicurezza tale da far vibrare dopo pochissimi minuti la ballerina retroguardia dei padroni di casa. Prima Farias, con uno spunto dalla fascia sinistra, poi Castaldo, con un colpo di testa che si stampa sulla parte alta della traversa, mettono i brividi all'intero popolo di fede gialloblu. Un Verona che nel primo tempo appare pressoché nulla venendo costantemente ingabbiato dalla perfetta tattica del fuorigioco predisposta dagli uomini di Auteri. D'Alessandro, Gomez e Ferrari non riescono in alcun modo a scardinare l'attenta retroguardia ospite. L'unico momento di illusoria gioia per i ragazzi di Mandorlini arriva a metà della prima frazione di gioco con Abbate che trasforma in rete una buona punizione dalla trequarti di Russo. L'esultanza è però presto stroncata dal fischio del signor Di Bello abile a scovare l'ennesimo fuorigioco del Verona. Per il resto è ancora una volta la Nocerina ad andare vicino al gol con una conclusione di Catania, tutto solo al centro dell'area, che termina alta e costringe le due formazioni a rientrare negli spogliatoi con il risultato di zero a zero.

Nella ripresa l'avvio sembra rispecchiare a pieno l'andamento della prima frazione di gioco. Farias, quando sono passati solo 4 minuti, prende un pallone sulla fascia sinistra e converge in area, difendendo la sfera dal ritorno dei difensori scaligeri e costringendo Mareco ad un intervento scomposto in area di rigore. Nessun dubbio e calcio di rigore. Dal dischetto si presenta Castaldo che supera Rafael e sigla il meritato vantaggio molosso. Potrebbe essere l'inizio della fine per gli uomini di Mandorlini che però riemergono dalle difficoltà, complice un calo della Nocerina, in palese difficoltà fisica. I padroni di casa prendono ben presto il dominio delle operazioni e sfiorano il pareggio già in un paio di occasioni, trovando sulla loro strada un Gori in giornata di grazia. La rete del pareggio è però matura ed arriva quando è da poco passata la mezz'ora del secondo tempo; la Nocerina è ingenua a scoprirsi su un calcio d'angolo a proprio favore. Il neo entrato Berrettoni non perdona il cattivo piazzamento dei rossoneri e innesca Ferrari in contropiede. L'attaccante gialloblù attira a sé la difesa molossa e serve l'accorrente Halfreddson che, da posizione favorevole, aiutato da una deviazione di Nigro, beffa Gori per la rete del pareggio. Ci sarebbe tempo per un'ulteriore ribaltone con un Hellas galvanizzato dalla lunga rincorsa. Gli assalti degli scaligeri sono però confusionari e l'ultima occasione della gara è ancora di marca molossa. Sul triplice fischio finale, Marsili si rende insidioso con un calcio piazzato da distanza siderale destinato nell'angolino basso della porta dei veneti, stavolta è però Rafael a stroncare le speranze di vittoria regalando un punto che permetta agli scaligeri di interrompere la striscia di due sconfitte consecutive.