BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

PAGELLE/ Pescara-Ascoli (4-1): i voti, la cronaca e il tabellino (undicesima giornata)

Zdenek Zeman (Foto: ANSA)Zdenek Zeman (Foto: ANSA)

Le pagelle

Pescara

Da grande portiere: inoperoso, poi il miracolo stile Abbiati col Bate.

Dal manuale del buon terzino, attenzione in difesa e sovrapposizioni progressivamente più incisive che lo portano spesso al cross.

Abbassa la serranda su Soncin costringendolo a girare largo. Esce coi crampi. 28’st BROSCO 6In tranquillità.

Il Papa lo porta al largo per vendergli inganni, lui lo segue ma non abbocca.

Linea extraurbana da un’area all’altra, non fa più fermate. Sì, neanche per pisciare. Porge la tripletta al Sanso.

Ragioniere al lunapark, vede la squadra sfrecciargli intorno sulle autoscontro. Immette lecca lecca di saggezza ogni tanto.

Non fa in tempo ad incidere che viene aggredito dal bullo Romeo.  23’pt VERRATTI 7,5 Innesto provvidenziale, sta al volante parcheggiando ogni pallone al posto giusto.

KONE’ 6,5 Interno tosto, muscolare: mangia l’erba nel primo tempo poi stempera l’impeto nel secondo.

Un serpente a sonagli, sguscia tra le foglie larghe marchigiane e spruzza veleno fatale.

Sansovini si prende tutta la scena, lui prova a rendersi utile di sponda. Sostituito senza rimpianti. 1’ST R.MANIERO 6 Non combina granchè pur provandoci con grinta.

Come da piccolo, quando sul ciottolato di piazza San Vincenzo inseguiva ogni pallone trottolando sino al tramonto. Nuvola di scompiglio che fa piovere pericoli: assist cinque stelle e rete meritata.

All.ZEMAN 7,5 Avanti alla sua maniera. Finchè dura non gli si può dire niente.