BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

INCIDENTE SIMONCELLI/ Cari genitori di Sic, sappiate che nulla va perduto…

Simoncelli (Foto Ansa) Simoncelli (Foto Ansa)

Che strazio, vederlo su quell’asfalto, pensare che bastava un attimo, e quello scontro fatale con le altre moto non ci sarebbe stato, non sarebbe stato sbalzato in aria, perdendo il casco, la vita. Non pensateci. Lasciatelo andare. Poteva succedere per una malattia, un incidente di altro tipo, nessuna morte è banale, e la morte di un figlio è un mistero, o una follia.
Con quel ragazzo che voleva vincere, avete vinto anche voi. Vi è stato affidato come un bel dono, ne avete avuto cura, gli avete dato le ali. Nulla va perduto, nella memoria, nella certezza che chi l’ha voluto l’ha già accolto con un abbraccio. A lui che diceva, scuotendo i riccioli: “Gnènte, dài, è andata così, gnènte…”

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
24/10/2011 - Cari genitori di Sic... (claudia mazzola)

Non c'è niente che vogliate sentirvi dire, voi Marco lo vorreste ancora lì in carne ed ossa, ed avete ragione. Vi abbraccio anche nel mio dolore.