BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TENNIS WTA ISTANBUL/ Pennetta: la grinta della Seles per tornare nelle prime 10 del ranking (esclusiva)

Pubblicazione:martedì 25 ottobre 2011

Flavia Pennetta (Ansa) Flavia Pennetta (Ansa)

WTA CHAMPIONSHIP DI TENNIS A ISTANBUL: INTERVISTA A FLAVIA PENNETTA - A Istanbul si apre oggi per concludersi il 30 ottobre il WTA Championship e ci sarà anche lei, in coppia con Gisela Dulko per bissare il successo del Masters di doppio ottenuto a Doha la scorsa stagione. Lei che ha vinto in questa specialità anche gli Australian Open 2011 sempre con Gisela Dulko. Lei che con la tennista argentina è stata anche numero 1 al mondo del doppio (prima italiana della storia, primato sia femminile che maschile). La bella tennista brindisina è nata il 25 febbraio 1982. E’ la prima tennista italiana anche ad essere riuscita ad entrare nelle Top Ten del singolo della classifica mondiale WTA Tour il 17 agosto del 2009, dopo aver vinto di fila il torneo di Palermo, il WTA Premier di Los Angeles ed aver raggiunto la semifinale al Torneo di Cincinnati, inanellando complessivamente una striscia di 15 vittorie consecutive (record per una tennista italiana). Una Pennetta in grande forma dopo aver battuto la numero 3 del mondo Maria Shaparova agli Us Open dove ha raggiunto i quarti di finale e aver battuto la numero uno del mondo Caroline Wozniacki a Pechino dove ha raggiunto le semifinali. Il suo record con 9 tornei vinti nel singolo nel circuito WTA, 14 nel doppio nello stesso circuito non è da poco. E se a Istanbul tutti si aspettano grandi cose da Flavia nel doppio, a Milano c’è già tanta attesa per “La grande Sfida” che si svolgerà il 3 dicembre tra lei, Francesca Schiavone e le sorelle Williams..E chissà che in futuro Flavia ci regali qualche successo veramente da record in un torneo del Grande Slam o magari a Roma. I tifosi italiani lo sperano veramente… Eccola quindi in questa intervista in esclusiva a ilsussidiario.net.

 

Flavia stai passando un finale di stagione strepitoso, hai vinto contro la numero 3 e la numero uno del mondo, sei arrivata ai quarti agli Us Open e in semifinale a Tokyo, a cosa si deve questo tuo momento positivo?

Sto riacquistando in generale una buona forma fisica, a parte qualche piccolo dolore, e poi sicuramente con gli ultimi risultati ho preso una maggiore fiducia in me stessa.

Sei numero 18 del mondo, ormai la strada per tornare a essere fra le prime 10 non è lontana….

Sono una persona che ama rimanere sempre con i piedi per terra, qualsiasi cosa accada. Per cui, ora, innanzitutto sono contenta di essere riuscita a ritrovare l’atteggiamento giusto e di essere risalita ma c’è sempre una nuova sfida da affrontare.

Questa tua ripresa dipende dal lavoro che hai fatto sul piano tecnico, o ci sono anche motivazioni psicologiche?

Ho lavorato per cercare di rimettermi in forma. E’ anche scontato dire che tutto contribuisce a rendere un periodo positivo, ad esempio una maggiore concentrazione e una maggiore serenità che possono scaturire anche da fattori extrasportivi. In ogni caso, sento di aver riacquistato in parte quella forma e quello carica emotiva che possedevo a gennaio, in Australia.

Ormai sei matura per vincere un Grande Slam, potrebbe essere agli Open d’Australia?



  PAG. SUCC. >