BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PAGELLE/ Siena-Chievo (4-1): i voti, la cronaca e il tabellino (decima giornata)

Il Siena stende il Chievo per quattro retti a una. Vittoria meritata. Ecco il tabellino, la cronaca della partita e le pagelle delle due formazioni dopo l'anticipo di mezzogiorno

Destro, foto Ansa Destro, foto Ansa

Un Siena implacabile fa poker contro un Chievo apparso rinunciatario e in difficoltà sin dalle prime battute di questo anticipo di mezzogiorno della decima giornata del campionato di serie A. Un Siena in ottima forma fisica che ha visto i suoi uomini migliori in D'Agostino, Destro e Calaiò, non a caso tutti in rete (per Destro anche una doppietta) mentre nel Chievo si salvano solo Pellissier per l'agonismo e la voglia di combattere e Dramè, entrato in campo però a partita già compromessa.
Il Siena parte subito con sprint anche se le fasi di gioco per un buon venti minuti appaiono confuse. C'è anche molto nervosismo in campo, un agonismo fin troppo evidente (il Chievo finirà la partita con ben cinque giocatori ammoniti, quasi tutto il reparto difensivo insomma). Brienza costruisce parecchio sulla fascia sinistra, ma è quando D'Agostino che trova il suo passo migliore che il Siena diventa pericoloso. Il gol, al venticinquesimo, arriva però da una iniziativa tutta personale dell'ottimo Destro che parte da centrocampo corre via e tira un potente destro che si insacca. Al trentaduesimo il Chievo ha una buona occasione ma Pellissier arriva di un soffio in ritardo sulla palla che il portiere toscano fa sua. Il Siena continua a macinare gioco in avanti, e al trentottesimo il Chievo potrebbe invece pareggiare. Punizione dalla distanza di Moscardelli che il portiere del Siena para con un volo strepitoso mandando sulla traversa. Si va al riposo sull'uno a zero.
Il Chievo cerca di recuperare costruendo più gioco, ma le sue iniziative sono fumose, il Siena è perfetto in campo in ogni suo reparto. A inizio partita brutto colpo in faccia  Destro che deve ricorrere alle cure mediche, ma il giocatore si riprende tanto che al dodicesimo raddoppia. Il gol arriva da una splendida girata al volo in area di Calaiò, Sorrentino riesce a ribattere ma si butta sul pallone come un falco Destro che mette dentro: due a zero.  Passano solo quattro minuti e il Siena chiude la partita. Punizione dalla destra di D'Agostino che con un tiro ad aggirare praticamente perfetto mette dentro nell'angolino più alto della pota e siamo tre a zero. Il Chievo opera numerosi cambi, tra cui quello che permette a Deramè di entrare in campo: il giocatore si prodiga moltissimo, chiudendo e costruendo, forse doveva entrare prima. Al trentesimo il Chievo accorcia le distanze: è Moscardelli ad approfittare di un bel contropiede e a insaccare con un diagonale. Ma è tutto qui: la partita prosegue fiaccamente, il Siena richiama in panchina i suoi uomini migliori, Destro e D'Agostino e negli ultimi minuti di recupero arriva il colpo di grazia. Lancio per calaiò a centrocampo che scappa via da solo arriva in area e segna. Pieno merito per il Siena.