BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PAGELLE/ Sassuolo-Pescara (1-1): i voti, la cronaca e il tabellino

Termina in pareggio uno dei big match dell’ottava giornata della serie Bwin. Al Braglia di Modena Sassuolo e Pescara si spartiscono la posta in gioco. Anche qui spettacolo e agonismo

Zdenek Zeman (Foto: ANSA) Zdenek Zeman (Foto: ANSA)

LE PAGELLE DI SASSUOLO-PESCARA (RISULTATO 1-1): I VOTI, LA CRONACA, IL TABELLINO –Termina in pareggio uno dei big match dell’ottava giornata della serie Bwin. Al Braglia di Modena Sassuolo e Pescara si spartiscono la posta in gioco. Sassuolo che rimane nella zona alta della classifica, mentre per gli uomini di Zeman un punto importante ottenuto sul campo di una delle rivelazioni di questo avvio di campionato. Pareggio dunque giusto, visto anche l’andamento del match. Emiliani subito in avanti dopo 17 secondi, ma gli abruzzesi a una manciata di minuti dalla fine trovano il pari, dopo averci tentato più volte. Bella gara con continui cambi di fronte. E sono stati segnati solo due gol, una rarità per le squadre guidate dal tecnico boemo.
SINTESI PRIMO TEMPO – Gol lampo del Sassuolo dopo appena 17 secondi. Lancio lungo per Boakye che allunga per Bianchi che ci prova per due volte. Prima para Anania, poi sul secondo tiro interviene Marchi che insacca. Anania incolpevole. Pescara che si riversa in attacco. Cascione e Gessa cercano più volte le galloppate di Zanon dalla destra. Il 28enne terzino offre un cross dopo l’altro, ma la bravura di Longhi e Marzoratti a volte e l’imprecisione di Immobile e Giacomelli in altre occasioni non permettono al Pescara di raggiungeri il pari. L’opportunità più clamorosa per gli uomini di Zeman si ha però intorno alla mezzora. Da un corner dalla sinistra Brosco batte di testa sicuro verso la porta. Ma Cofie, piazzato sul primo palo salva e libera l’area. Sul seguire, ancora Zanon crossa per Immobile che in area di testa schiaccia troppo verso la sinistra. Sul finale Boakye in area da solo si fa bloccare da Anania, sempre attento.
SINTESI SECONDO TEMPO – Con la ripresa del gioco ci si attende la reazione dei “Delfini”, ma è il Sassuolo ad avere un paio di occasioni per chiudere i conti. Dopo pochi minuti, Sansone da solo davanti ad Anania si fa ipnotizzare e conclude sui piedi del portiere ex Lecce. Subito dopo un tiro deviato da fuori di Magnanelli fa la barba al palo. Il Pescara con il passare del tempo prende fiducia e torna a crederci. Nel frattempo Boakye si fa male ed il tecnico Pea lo sostituisce con Masucci. Zeman risponde preferendo la freschezza di Maniero a Giacomelli. Così il Pescara continua a spingere e Zanon (indubbiamente il miglior in campo) prima serve Kone che azzecca i tempi di stacco, ma calibra male il colpo di testa che finisce largo a sinistra. Ancora il terzino ex Vicenza sfugge sulla destra e crossa lungo sul secondo palo. Il pallone rimbalza pericolosamente sulla parte superiore della traversa, facendo tremare il portiere emiliano Pomini. Grande ovazione all’82’ al Braglia. La causa, però non è un gol, ma un grande ritorno. Quello del bomber Noselli, assente dai campi di gioco da 9 mesi. Ma gli animi dei tifosi neroverdi si raffreddano poco dopo. Gessa, servito nuovamente da Zanon, si accentra e con il mancino crossa in mezzo verso Immobile. Masucci spizzica il pallone all’indietro, mettendo fuori causa Pomini. Ed è 1-1. L’ultimo brivido si ha in pieno recupero con un bel cross di Sansone, che trova una sponda involontaria di Masucci. Essa diventa un prezioso assist per Piccioni, che si coordina bene, ma mostra di non essere a suo agio in fase offensiva. L’arbitro Ostinelli dopo 4 minuti di extra time decreta la fine di un bel match tra due squadre che meritano l’attuale posizione in classifica.