BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

GALEAZZI/ Insultò il portiere per la posta, multato di 300 euro

Pubblicazione:venerdì 7 ottobre 2011

Foto (Ansa) Foto (Ansa)

MULTA PER GALEAZZI CHE INSULTO’ PORTIERE – “Bisteccone” Galeazzi dovrà pagare trecento euro di multa. E’ stata infatti confermata dalla Cassazione la sanzione nei confronti del giornalista sportivo per aver offeso il portiere del condominio in cui vive dicendogli “terrone” e “meridionale di m…, non sei nemmeno capace di guardare le pecore”, più altri coloriti insulti. Galeazzi, celebre tra le altre cose anche per le sue telecronache in occasione delle medaglie d'oro nel canottaggio di Giuseppe e Carmine Abbagnale alle olimpiadi di Seoul 1988 e di Antonio Rossi e Beniamino Bonomi a Sydney 2000, entrambe caratterizzate da un pathos debordante, aveva presentato ricorso dinanzi i supremi giudici, spiegando di aver reagito in quel modo a causa di un “comprensibile stato d’ira” provocato proprio dal portiere, Domenico F., colpevole di non riuscire a consegnare al giornalista la posta regolarmente. Per questo motivo aveva così chiesto di poter evitare il pagamento della multa. Ma la Suprema Corte, dopo aver convalidato la sentenza emessa dal Tribunale di Roma l’8 giugno del 2010 e respingendo quindi il ricorso di Galeazzi, ha sottolineato che, anche se il portiere avesse davvero sbagliato nella consegna della posta e ad assolvere i suoi compiti, comunque la circostanza non sarebbe bastata a giustificare “la violenta aggressione verbale e l’uso di espressioni gravemente lesive della dignità e del decoro della persona offesa”. Inoltre, con la sentenza 36423 della V Sezione Penale, la Cassazione ha voluto ricordare che “qualsiasi contestazione o riserva sulla correttezza” del lavoro svolto dal portiere, “avrebbe dovuto trovare sfogo in sede assembleare e non già nel gratuito ed ingiurioso attacco alla persona”. Quindi Galeazzi, che ora sarà costretto a sborsare trecento euro, poteva anche evitare di sbraitare contro il povero portiere e magari far conoscere questa situazione agli altri condomini attraverso una più onesta assemblea di condominio.


  PAG. SUCC. >