BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

PAGELLE/ Pescara-Cittadella (1-0): i voti, la cronaca il tabellino

Pescara-Cittadella è stata una partita abbastanza deludente, con poche occasioni da gol e ritmo lento. Paradossalmente deludono di più i padroni di casa, che però incassano i tre punti

Zdenek Zeman (Foto: ANSA)Zdenek Zeman (Foto: ANSA)

Pescara-Cittadella è stata una partita abbastanza deludente, con poche occasioni da gol e ritmo lento. Paradossalmente deludono di più i padroni di casa, che costruiscono una sola bella azione, proprio quella che porta al gol Sansovini all’11’ del secondo tempo. Il Cittadella deve invece rimpiangere le occasioni avute nel primo tempo, quando per quattro volte ha sfiorato il gol. Invece il merito maggiore del Pescara è di non aver concesso nulla dopo essere andato in vantaggio.

Parte lento il primo tempo di Pescara-Cittadella, partita tra due squadre che di solito segnano e subiscono molto. Invece i primi minuti deludono le attese e fino circa alla mezz’ora non succede nulla. Molti lanci lunghi che però non sorprendono mai le difese alte: abbondano solo i fuorigioco. Si segnala solo la vivacità di Giacomelli sulla sinistra per il Pescara, ma senza azioni significative. Attorno al 30’ inizia il Cittadella-show, e i veneti nell’ultimo quarto d’ora sfiorano per ben quattro volte il gol. Sugli scudi Maah, una vera spina nel fianco per la difesa locale, ed Anania che si oppone sempre bene. In una circostanza Maah supera pure il portiere, ma è Balzano stavolta a salvare, quasi sulla linea.Pericolosi anche due tiri da fuori dei centrocampisti. Ottimo Cittadella, che meriterebbe il vantaggio. Per il Pescara urge una bella sveglia, Zeman negli spogliatoi deve farsi sentire.

La ripresa offre ancora meno spunti, ma è decisiva per determinare il risultato. All’11’ Sansovini, che sta per essere sostituito, si gira bene in area e fredda Cordaz con un perfetto diagonale. Da lì in poi il Pescara è bravo ad addormentare la partita e corre qualche rischio solo su qualche mischia in area, con Anania sempre bravo a risolvere, anche se non riesce più a rendersi pericoloso salvo un colpo di testa di Immobile deviato però da un difensore.