BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

DIRETTA/ Verona-Brescia live (Serie B): segui e commenta la partita in temporeale

Verona Brescia è uno dei big match della tredicesima giornata di campionato della Serie Bwin. Altissima tensione e qualche preoccupazione per le tifoserie, ma lo spettacolo è assicurato

Mandorlini, protagonista in questo Verona-Brescia (Foto: ANSA)Mandorlini, protagonista in questo Verona-Brescia (Foto: ANSA)

Verona Brescia è uno dei big match della tredicesima giornata di campionato della Serie Bwin. Le due squadre scendono oggi in campo alle ore 15 allo stadio Bentegodi di Verona per una partita che vale molto in termini di classifica. Verona e Brescia si trovano appaiate a 16 punti, a sole due lunghezze dalla zona play off e con questa partita devono cercare di dare una svolta decisa alla loro stagione. Una sfida ad alta tensione tra due tifoserie che non si amano  (nel 2005 un tifoso del Brescia, Paolo Scaroni, fu ridotto in fin di vita dalle cariche della Polizia) e che torna dopo cinque anni, l’ultima il 26 settembre 2006 che terminò con la vittoria del Brescia sul Verona grazie ad una rete di Mannini.  
Una gara delicata soprattutto per il Brescia che dopo un avvio di campionato esaltante ha subito nelle ultime giornate una brusca battuta d’arresto che ha creato un certo malumore nella difficile piazza bresciana. La critica ha già messo in discussione la posizione di mister Beppe Scienza che, se dovesse perdere oggi anche contro il Verona, rischierebbe seriamente di andare a giocarsi sabato prossimo, in casa, la permanenza sulla panchina del Brescia. A cercare di calmare le acque ci ha pensato Gigi Maifredi. Il direttore generale della squadra Lombarda, che ha garantito il pieno sostegno della società al suo allenatore. Del resto il progetto del Brescia di quest’anno è molto ambizioso. Riuscire a centrare la promozione in Serie A con una squadra giovane e piena di talento. Secondo obiettivo provare a valorizzare giovani calciatori (come Salamon, El Kaddouri, Juan Antonio) per poi rivenderli a una grande squadre. E’ questa la via che il presidente Gino Corioni ha scelto di intraprendere per risanare il suo Brescia in attesa di trovare un acquirente serio che sia pronto a rilevare le sue quote societarie. Oggi però il Brescia non avrà certo vita facile contro un Verona agguerritissimo che vorrà far valere il fattore campo. Mister Andrea Mandolini dovrà fare a meno degli squalificati Abbate e Tachtsidis che saranno rimpiazzati in difesa e a centrocampo da Cangi ed Esposito. Rientra dopo l’operazione al ginocchio e un lungo stop Nicolò Galli che però siederà in panchina. Mandorlini ha deciso di non snaturare la propria impostazione tattica e quindi riproporrà anche oggi il suo Verona con il collaudato 4-3-3 che vede confermato in attacco il tridente composto da D’Alessandro, Ferrari e Gomez. La formazione scaligera dovrà stare attenta alle ripartenze veloci degli attaccanti del Brescia che cercheranno di colpire il contropiede la retroguardia del Verona che oggi sarà costretta a fare gli straordinari. Quasi speculare il modula che ha scelto per questa partita Scienza che schiererà i suoi giocatori con un 4-3-1-2 con un trequartista, nell’occasione El Kadduori (in ballottaggio con Scaglia), a supporto delle due punte Juan Antonio e Feczesin. Nel Brescia oggi rientra in difesa De Maio e Dallamano sembra favorito su Drapelà che potrebbe rimanere ai box per un fastidioso guaio muscolare. Il Brescia, tra le altre cose, dovrà fare a meno per questa partita del giovane e talentuoso Jonathas fermato dal giudice sportivo per una giornata. Verona-Brescia sarà anche un derby in casa Mandorlini tra il Andrea e il figlio Matteo (23 anni), che milita nelle fila del Brescia, e che solo per oggi vorrebbe dare un “piccolo” dispiacere aol suo papà.