BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

VALENCIA-BAYER LEVERKUSEN/ Probabili formazioni Champions League

Sfida al cardiopalma in programma questa sera a Valencia. Gli spagnoli si giocano di fatto il passaggio agli ottavi o la “retrocessione” in Europa League. Probabile assente Ballack

Un pallone da calcio Un pallone da calcio

VALENCIA-BAYER LEVERKUSEN PROBABILI FORMAZIONI – Due punti in classifica nel Girone E ma il tecnico del Valencia, Unai Emery, non è affatto spaventato e crede nel passaggio del turno e di conseguenza nella qualificazione agli ottavi di Champions. «Non contemplo neppure la possibilità di retrocedere in Europa League», ha detto ieri il determinatissimo allenatore dei Pipistrelli. Alla vigilia della sfida contro i tedeschi del Bayer Leverkusen, la guida basca ha quindi caricato i suoi, spronandoli alla grande impresa, nonostante la difficoltà nell’affrontare un avversario, che già due settimane fa alla BayArena, fece vedere i cosiddetti “sorci verdi” agli spagnoli, ribaltando nel giro di 5 minuti una gara che sembrava già in archivio in favore degli iberici. «La loro forza sta nella mentalità e nella capacità di mantenere alta la concentrazione – ha proseguito Unai Emery - il pari a loro basta e potrebbero impostare una partita più difensiva, ma davanti possono fare comunque male. Non possiamo permetterci errori». L’allenatore del Valenica potrà contare per l’impresa sulla squadra tipo con il ritorno in campo, fra i pali, di Diego Alves, galvanizzato dalla fresca chiamata nella nazionale brasiliana. Di tutt’altro umore invece i tedeschi di Leverkusen. L’allenatore, Robin Dutt, sbarcherà a Valencia con 6 punti in bacheca a due sole lunghezze dal Chelsea che questa sera sarà impegnato in trasferta contro il Genk. Dubbio Michael Ballack. La leggenda teutonica è reduce da una frattura al setto nasale, durante la sfida di venerdì scorso di Bundesliga contro il Friburgo. Dutt, a riguardo, ha confessato: «Stasera (ieri - n.d.r.), nell'allenamento di rifinitura, proveremo a vedere come se la cava di testa, per capire se può stringere i denti e giocare. L'idea è quella di impiegarlo dall'inizio». Non è da escludere che la bandiera di Leverkusen, tornato nel Bayer dopo le esperienze felici nel Bayern Monaco e fra le fila del Chelsea, possa indossare la classica maschera protettiva in materiale apposito per proteggersi da eventuali scontri con gli avversari. Una soluzione che permetterebbe appunto al centrocampista tedesco di dare man forte ai propri compagni vista la difficoltà oggettiva del match. Niente da fare invece per Renato Augusto, ancora fermo ai box, così come per Adler e Tranquillo Barnetta tutti alle prese con problemi alle ginocchia.