BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ITALIA-URUGUAY/ Ecco l'undici deciso da Prandelli: Osvaldo-Balo di punta

Pubblicazione:

Il romanista Osvaldo: toccherà a lui dal 1' (foto ANSA)  Il romanista Osvaldo: toccherà a lui dal 1' (foto ANSA)

ITALIA-URUGUAY Eccoli lì, i magnifici undici che domani sera sfideranno all'Olimpico il temuto Uruguay. E' solo un'amichevole, d'accordo, ma è uno dei test più probanti in vista dei prossimi Europei. Si gioca - non dimentichiamolo - contro la fresca vincitrice della Coppa America, una nazionale cresciuta tantissimo nell'ultimo biennio, capace di centrare il quarto posto ai Mondiali 2010. Mentre noi, in Sudafrica, facemmo una figuraccia storica. Allora non c'erano, però - per dirne una - i due attaccanti titolari di domani, Osvaldo e Balotelli. Un italo-argentino e un italiano di colore (di origini ghanesi); una bella prova di multietnicità, proprio come piace a Cesare Prandelli. Ed anche - tecnicamente parlando - un reparto offensivo molto ben assortito, con una punta centrale (il romanista) ed una che ama svariare su tutto il fronte d'attacco. In Polonia, 'SuperMario' si è laureato campione anche con la maglia azzurra, dopo il primo, ottimo scorcio di stagione con il suo City. Starà a lui adesso trovare continuità e dimostrare di poter trascinare la squadra. Una missione non troppo dissimile da quella di Riccardo Montolivo, oscuro nella Fiorentina - per tanti motivi - e perno fondamentale nella Nazionale disegnata dal 'Prando'. Toccherà a lui illuminare la trequarti contro la Celeste, potendo contare sull'illustre protezione del terzetto De Rossi-Pirlo-Marchisio. Tre giocatori che scoppiano letteralmente di salute. Il primo è tornato quello di un paio d'anni fa (nonostante la telenovela-rinnovo), il bresciano, in brevissimo tempo, si è 'preso' la Juve, che nel contempo ha visto pure l'esplosione di Marchisio, per molti il 'nuovo Tardelli'. Tornando alla formazione di domani, la difesa sarà composta poi da Maggio e Balzaretti sulle fasce, e dal duo Ranocchia-Chiellini al centro, con Gigi Buffon confermatissimo tra i pali. Dalla mediana in giù, rispetto al test con la Polonia, cambiano in pratica solamente i due terzini, che a Wroclaw erano Abate e Criscito. Per il portierone della Juve sarà la 112esima presenza in Nazionale, tante quante ne aveva collezionate il mito Zoff. Sarà un appuntamento speciale per lui come per Osvaldo, felicissimo per la chance concessagli da Prandelli. "Ancora non ci credo - ha commentato l'attaccante della Roma - sta succedendo tutto molto velocemente".


  PAG. SUCC. >