BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

L'INTERVISTA/ Sconcerti: Italia favorita per Euro2012. Campionato acerbo, ma Milan favorito (esclusiva)

Pubblicazione:

Il ct Cesare Prandelli (Ansa)  Il ct Cesare Prandelli (Ansa)

NAZIONALE, SERIE A. IL PUNTO DI SCONCERTI (ESCLUSIVA). La Nazionale di Cesare Prandelli continua a vincere e convincere, nonostante il forzato cambio di attaccanti; la serie A continua ad essere equilibrata ed avvincente, con tante pretendenti al titolo e il mercato di gennaio si avvicina; in serie B il Torino comanda mentre la Sampdoria sembra in crisi. Per fare il punto della situazione sul momento del calcio italiano in tutti i suoi aspetti, abbiamo contattato il noto giornalista di Sky Mario Sconcerti, che ha commentato con noi tutti questi argomenti. Intervista in esclusiva per IlSussidiario.net.

Sconcerti, venerdì sera abbiamo assistito a un’altra bella vittoria della Nazionale. Possiamo concretamente puntare a vincere gli Europei?

L’Italia è una delle prime tre o quattro potenze del calcio europeo, certamente possiamo fare un grande Europeo. La squadra c’è e lo ha dimostrato, la difesa è forte e il gioco piacevole. Anzi, un fattore molto importante è che questa Italia gioca molto bene e nello stesso modo sia in casa sia in trasferta. Possiamo andare in Polonia e Ucraina con grandi speranze. La chiave sarà Mario Balotelli, se fa il salto di qualità saremo davvero tra i favoriti.

A proposito di Balotelli, come giudica l’attacco forzatamente cambiato?

Molto dipenderà appunto da Mario, che è sicuramente il nostro attaccante più forte: se trova la continuità sarà il nostro trascinatore. Sugli attaccanti, d’altronde, si cambia idea a ogni partita, però tutti gli altri, da Pazzini a Matri al duttile Osvaldo, pur molto forti, non possono farci fare il salto di qualità. Quello è il compito di Balotelli.

Quali saranno le nostre rivali più pericolose?

Chiaramente Spagna, Germania e Olanda, ma non si può dimenticare l’Inghilterra, a patto che arrivi a giugno non troppo spremuta dalla Premier League.

Sulla serie A, lei prevede una lotta Milan-Juventus o altri si possono inserire?

Ci sono vari livelli. In prima fila ci sono Milan e Juventus, con i rossoneri che restano i grandi favoriti. In seconda fila, pronte a fare uno scherzetto alle due big, ci sono Lazio, Udinese e Napoli. Come pura qualità non si può dimenticare la Roma, che è seconda solo al Milan, ma deve ancora lavorare.

Condivide la posizione di De Laurentiis di privilegiare la Champions League?


  PAG. SUCC. >