BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

COPPA DEL MONDO/ Abbondanza: l’Italia del volley può vincere e puntare a Londra 2012

Pubblicazione:martedì 15 novembre 2011 - Ultimo aggiornamento:martedì 15 novembre 2011, 19.54

Foto Ansa Foto Ansa

COPPA DEL MONDO DI PALLAVOLO: ITALIA, IL PARERE DI ABBONDANZA. E’ una grande Italia quella di questa Coppa del Mondo di pallavolo che si sta disputando in Giappone. Le donne del volley azzurro hanno vinto tutte le partite fin qui disputate e si accingono ad affrontare Germania, Stati Uniti e Kenya. In palio oltre che la quasi certa qualificazione a Londra 2012 ci sarà anche la vittoria in questa manifestazione Un’Italia certo diversa da quella degli Europei dove le ragazze non hanno mantenuto le aspettative, non finendo neanche in zona medaglia. Certo adesso la sicurezza che Lo Bianco e compagne stanno mostrando fa pensare che la parziale debacle degli Europei è stata solo una parentesi. Ci fa anche sognare, in vista proprio delle Olimpiadi. Chissà potremmo anche conquistare la medaglia olimpica, quella più pregiata, d’oro naturalmente. Intanto godiamoci questo momento. E per parlare di questa Coppa del Mondo, ilSussidiario.net ha sentito Marcello Abbondanza, allenatore del Villa Cortese. Abbondanza ha anche condotto la Bulgaria, di cui è commissario tecnico, alla vittoria del torneo di prequalificazione olimpica ed è allenatore dell’MC - Carnaghi Villa Cortese.

E’ un’Italia inarrestabile ha battuto anche Serbia e Brasile…

E’ un’Italia che sta dimostrando equilibrio di gioco, sta disputando un’ottima Coppa del Mondo, con una compattezza e una solidità in tutti i reparti della squadra.

Come ha fatto questa squadra ha rigenerarsi dopo gli Europei?

Ha saputo tirare fuori tutto il suo potenziale che non è poco e ha dimostrato che la debacle degli Europei era stato solo un episodio ed è così tornata a un livello di gioco e di rendimento ottimale.

Quali sono stati i meriti di Barbolini?
Quelli di non aver perso la testa dopo la delusione degli Europei e di aver portato l’Italia a una condizione di forma ideale per questa Coppa del Mondo

Quali sono i punti forza e i punti deboli di questa Nazionale?

Il punto debole è la gestione della palla alta, sopperita però dalla qualità di una difesa molto elevata che consente livelli di gioco molto elevati.

Quali sono secondo lei le giocatrici che si sono più messe in evidenza?

La Lo Bianco ha giocato molto bene e devo ammettere che Caterina e Lucia Bosetti hanno fornito delle prestazioni molto elevate. Caterina è un talento naturale, che si è rivelato già a quattordici anni. Lucia è un’ottima giocatrice già di notevole esperienza, che dopo l’esperienza a Bergamo è passata a Villa Cortese. E’ quindi una fortuna di Villa Cortese di avere nelle proprie fila giocatrici di un così grande valore
Quale sarà il modo ideale per battere la Germania?

 


  PAG. SUCC. >