BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

VILLARREAL-MANCHESTER CITY/ Probabili formazioni Champions League

Il Manchester City di Roberto Mancini vola al Madrigal per sfidare i Sottomarini Gialli del Villarreal. Lo jesino ritrova Balotelli dopo la maxi-squalifica. Assente Rossi

Roberto Mancini, tecnico del City (Foto Ansa) Roberto Mancini, tecnico del City (Foto Ansa)

VILLARREAL MANCHESTER CITY – In campo per il Girone di Napoli e Bayern Monaco anche Villarreal e Manchester City. La compagine di Roberto Mancini, reduce da uno straordinario periodo di forma, volerà in Spagna per sfidare i Sottomarini Gialli, orfani del loro pezzo pregiato, Giuseppe Rossi. Il Mancio potrà contare per la prima volta sul bomber Mario Balotelli. Scontata la super squalifica il nazionale azzurra scenderà in campo per la prima volta nell’infernale Madrigal. Per gli spagnoli sarà infatti una gara da dentro o fuori: o si vince o si perde anche l’Europa League. In questi giorni l’allenatore del Manchester City, Roberto Mancini, ha cercato di caricare il proprio pupillo sulle colonne del Corriere della Sera: «Lo conosco da quando era ragazzino, l'ho lanciato nell'Inter e l'ho voluto al City: sente la mia fiducia. I miei due figlioli mi hanno aiutato a comunicare con lui, non dimentichiamoci che ha 21 anni e non è facile essere una icona. È un po' particolare ma è la sua forza e con me è sempre stato educato. Tecnicamente non ha nulla da invidiare a nessuno, deve migliorare il comportamento e la costanza di rendimento. Prima o poi tornerà a giocare in Italia ma ora il City gli fa bene». Anche in Inghilterra il giocatore è sempre sotto i riflettori. Recentemente il compagno di squadra Micah Richards, mastodontico terzino destro, lo ha definito un vanesio: «Sta sempre davanti allo specchio, si vede bello, irresistibile, ci dice che potrebbe farsi tutte le ragazze del mondo. Noi però gli diciamo che veste in modo orribile e quel gel poi... Lui non se la prende per gli sfottò. E noi sopportiamo volentieri i suoi deliri... specie se ci fa due gol a partita...». Roberto Mancini si attende comunque i tre punti dalla sfida di questa sera nonostante sa che il match sarà tutt’altro che semplice, e solo un guizzo di Aguero all’Etihad Stadium permise agli inglesi di ottenere i tre punti contro i “Gialli” all’andata. L’allenatore jesino è convinto che la sfida della verità sarà la gara del San Paolo: «Qui è importante ma in ogni caso ci giocheremo la qualificazione al San Paolo contro un Napoli che mi ha stupito tantissimo». In casa spagnola l’umore non è dei migliori. Il City verrà infatti affrontato con una classifica nella Liga da retrocessione e ben 7 titolari fuori. Unica punta sarà il giovane Joselu, pichichi del campionato riserve.