BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

PAGELLE/ Cesena-Genoa (2-0): i voti, la cronaca e il tabellino (tredicesima giornata)

Mutu-show al Manuzzi. Con una doppietta del rumeno il Cesena stende il Genoa. Seconda vittoria consecutiva per i romagnoli che con questi 3 punti scavalcano il Lecce e non sono più ultimi. 

Alberto Malesani, tecnico del Genoa (Foto: Ansa)Alberto Malesani, tecnico del Genoa (Foto: Ansa)

Mutu-show al Manuzzi. Il Cesena stende il Genoa con una doppietta del rumeno e si regala la seconda vittoria consecutiva dopo il colpo esterno con il Bologna. Con questi tre punti i romagnoli abbandonano l'ultimo posto in classifica e si rilanciano nella lotta per la salvezza.

Dopo aver cancellato il seccante zero alla voce vittorie in campionato, il Cesena cerca punti e continuità contro l'altalenante Genoa di Malesani. Il primo tempo del Manuzzi è però a forti tinte rossoblù, gli ospiti regalano infatti 45 minuti di grande intensità e temperamento. Trascinati da un Veloso preciso e sempre sul pezzo, gli ospiti sfiorano in più di un'occasione la rete del vantaggio. Antonioli e molta imprecisione bloccano però il punteggio sullo 0 a 0. Il portiere dei romagnoli è bravissimo e decisivo in due occasioni: la prima al quarto d'ora con un'uscita spettacolare sui piedi di Caracciolo e più tardi, allo scadere della prima frazione di gioco, quando con una parata a dir poco prodigiosa toglie dall'incrocio il preciso tiro volante di Merkel. Due parate che permettono agli uomini di Arrigoni di rientrare negli spogliatoi con il risultato di zero a zero e gettare le basi per quello che sarà il secondo tempo.

Che qualcosa sia cambiato rispetto ai primi quarantacinque di gioco è chiaro già dalle primissime battute della ripresa. Un paio di ottimi interventi di Frey sui tentativi di Mutu e Malonga fanno scoccare l'allarme in casa Genoa, a poco servono i ribaltamenti offensivi degli uomini di Malesani, i padroni di casa mettono sul campo la cattiveria tipica di una squadra che lotta per la salvezza e iniziano a costruire occasioni a profusione. La rete del vantaggio arriva però solo su calcio di rigore, concesso da Rizzoli per un fallo di Moretti che affossa Bogdani (subentrato a Malonga) in area. Dagli undici metri va Mutu che con uno scavetto irrisorio beffa Frey e firma la rete del vantaggio. Nell'occasione viene ammonito Moretti ed espulso per proteste il portiere di riserva del Cesena Ravaglia, che chiedeva un provvedimento più severo per il centrale del Genoa. La reazione del Genoa non porta però i frutti sperati anche perché nel momento di maggior pressione del grifone il Cesena raddoppia, ancora con Mutu. Il rumeno dal limite dell'area disegna una traiettoria a girare sul palo lungo, palla all'incrocio e per Frey non c'è nulla da fare. Arrigoni si scatena in panchina, il Cesena traghetta in porto la gara e si regala la seconda vittoria consecutiva.