BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

PAGELLE/ Palermo-Fiorentina (2-0): i voti, la cronaca e il tabellino (tredicesima giornata)

Delio Rossi, ex di giornata (Foto: Ansa)Delio Rossi, ex di giornata (Foto: Ansa)

Fiorentina

 

Boruc 5: Colpevole sui due gol rosanero, prima non copre il suo palo poi è poco reattivo sulla punizione di Ilicic. Cancella il bonus accumulato con il Milan.

De Silvestri 5.5: Si limita al compitino e questo non è sempre sufficiente. Dal suo lato si sfonda con meno facilità ma di rimando non si creano praticamente mai pericoli.

Gamberini 5: Soffre oltremodo la mancanza di filtro del centrocampo, abbandonato troppo solo contro le ripartenze del Palermo sbanda pericolosamente.

Natali 5.5: Gioca meglio da attaccante aggiunto sui calci piazzati che da centrale. La traversa gli nega la gioia del gol poi si fa espellere come un esordiente per le eccessive proteste.

Pasqual 5: Nella sua zona di competenza il Palermo scende che è un piacere. (Dal 29'st Nastasic sv)

Behrami 6: Unico uomo a dare tutto in campo. Continua a lottare da solo cucendo anche in fase offensiva, i compagni però non lo aiutano.

Montolivo 6: Uno dei pochi a regalare speranze ai tifosi viola. Ci prova dalla distanza con pericolosità in più di un'occasione.

Vargas 5: Pienamente insufficiente. Piazzato nel ruolo di interno di centrocampo non trova mai lo spunto e regala novanta minuti di puro anonimato.

Lazzari 5: Sbaglia davvero tanto e non si getta quasi mai nello spazio. (Dal 25'st Ljalic 5.5: Troppo poco tempo per incidere).

Gilardino 5.5: Meriterebbe forse un calcio di rigore per il tocco di mano di Silvestre. Per il resto è, come spesso gli capita, abbandonato a sé stesso contro la difesa palermitana al gran completo può poco. (Dal 15'st Silva 5: E' entrato in campo?)

Cerci 5.5: Qualche buono spunto in avvio di gara poi solo tanta confusione. Non è comunque il peggiore dei suoi e questo dà l'idea della giornata che attraversano gli uomini in viola.

 

All. Rossi 5: Il calendario non gli ha offerto un avvio di avventura semplice. Troppo preso per giudicare ma questa è ancora la Fiorentina di Mihajlovic.

 

(Massimiliano de Cesare)

© Riproduzione Riservata.