BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

WYSCOUT FORUM/ L’ideatore: il calciomercato è globale: bisogna saper investire bene (esclusiva)

Pubblicazione:

Il gol, essenza del calcio (Ansa)  Il gol, essenza del calcio (Ansa)

Dei limiti ci vorrebbero, ma anche qui devo dire che è difficile. Ormai c’è un certo trend, è entrato in vigore un meccanismo che definirei drogato. La cosa migliore, ad ogni modo, sarebbe di dare a chi vale veramente. Quindi, spendere, ma spendere bene.

L’ospite di maggior spicco della vostra rassegna è stato, forse, Fabio Capello, ct dell’Inghilterra. Una presenza di prestigio…

Indubbiamente, è un allenatore di fama e di grande valore. Nella conferenza di lunedì ci ha regalato tanti spunti interessanti. In particolare, ha sollevato una questione non da poco: che tanti club comprano determinati campioni, spesso strapagandoli, e poi non li fanno giocare. Torniamo al discorso di prima: bisogna investire in maniera intelligente.

All’estero domina il modello Barcellona, fondato in particolare sull’ormai mitica ‘cantera’. Un modello esportabile anche in Italia, a suo avviso?

Sì, anche se ci vorrà del tempo. In parte, alcuni club provano a fare un discorso simile, ma siamo ancora lontani. Nel calcio italiano manca un po’ di progettualità. Molti dicono di voler puntare sui giovani, ma lo dicono e basta. Ci vogliono i fatti. E’ un percorso a lungo termine, ma che nel tempo può dare grosse soddisfazioni. Poi è chiaro, dipende tutto dai presidenti e dai loro obiettivi.

Nel nostro paese un modello virtuoso è invece quello dell’Udinese.

E’ una società che ha investito molto nello scouting, creando una rete di osservatori estesa e ramificata in tutto il mondo. Direi che quello dell’Udinese è un approccio assolutamente innovativo. Mi colpisce soprattutto la velocità degli emissari friulani, visto il modo in cui riescono ad anticipare, tante volte, la concorrenza.

Chi è, secondo lei, il dirigente sportivo italiano più capace?

No, su questo non posso risponderle. Lavoriamo bene con tutti, farei un torto a qualcuno…

Allora, ci faccia i nomi di persone dell’ambiente che stima…

Come sopra…

La miglior vetrina di mercato, per prezzi e potenzialità tecniche?

Oggi, come dicevo prima, il mercato è globalizzato. Si può comprare bene ovunque. E’ chiaro che il Sudamerica è sempre un mercato appetibile. Ma oggi si fanno ottimi affari anche in altri paesi: penso alla Slovenia, alla Croazia. In ambito sudamericano, a parte i giganti Brasile ed Argentina, apprezzo i mercati di Uruguay, Paraguay e Cile.

 

(Alessandro Basile)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.