BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

DIRETTA/ Sassuolo-Torino live (Serie B 2011/2012): segui e commenta la partita in temporeale

Sassuolo-Torino è la partita più interessante di questo sabato dedicato alla quattordicesima giornata di Serie B. La diretta di Sassuolo-Torino live in temporeale

Giampiero Ventura (Foto: ANSA)Giampiero Ventura (Foto: ANSA)

Sassuolo-Torino è la partita più interessante di questo sabato dedicato alla quattordicesima giornata di Serie B. Il Sassuolo dopo un principio di stagione altalenante sta trovando una certa continuità di risultati e - a quota ventisette punti - è la terza forza del Campionato cadetto. Con una vittoria potrebbe scalzare l'undici di Zeman dalla seconda piazza e consacrarsi protagonista nella sfida alla promozione stoppando proprio la capolista Torino. Il Torino, dal canto suo, ha l'occasione di prendere ulteriormente il largo piegando una diretta inseguitrice. I trentadue punti della squadra di Ventura potrebbero garantire in ogni caso la vetta, ma la voglia di prendere il largo è tanta e questi scontri diretti danno sempre uno stimolo in più. Certamente l'ipotesi che Sassuolo-Torino termini con un pareggio non è certo così remota, ma il segno X potrebbe essere davvero pesante per entrambe le formazioni che potrebbero regalare due punti alle dirette concorrenti, agguerritissime, in una classifica che nel pacchetto di testa è davvero molto molto corta.
Il Sassuolo si prepara ad accogliere il Torino in questa supersfida al vertice in un ottimo momento di forma. Nelle ultime cinque gare disputate il Sassuolo è stato capace di fare undici punti ed è reduce dalla roboante trasferta di inizio novembre dove è stato in grado di mettere a segno ben cinque gol. Fino a quel momento l'attacco era stato un po' il punto "debole" della squadra di Pea, mentre ora in numeri dicono diciannove gol fatti e solo nove subiti dai verdenero. Una squadra molto abile tatticamente, come ha sottolineato lo stesso allenatore del Torino Ventura - in grado di imbrigliare la manovra avversaria in fase di non possesso palla e di essere estremamente cinica davanti quando invece si tratta di finalizzare. Undici tiri di media a partita (quattro nello specchio) non sono grandi statistiche per il Sassuolo, ma se si va a scartabellare i tabellini allora si vede come un estremo cinismo risollevi le sorti di una squadra che pare aver risolto i problemi psicologici che aveva lo scorso anno e a pieno titolo si è inserita nella lotta per i playoff (e forse addirittura in quella per la promozione diretta). Osservati speciali Sansone, che con cinque gol e sei assist vincenti è decisamente il giocatore più pericoloso del Sassuolo (Boakye è quello che gli assist li mette dentro, ma potrebbe non partire titolare), e anche l'ex Cofie. Quando era al Torino si è beccato una dose maxi di fischi dalla Maratona, ma adesso pare aver trovato la sua dimensione con prestazioni più continue e di buon livello. Avrà il dente avvelenato, buon per il Sassuolo un po' meno per il Torino.
Il Torino di Ventura arriva alla trasferta con il Sassuolo con un handicap pesantissimo: l'assenza di Iori. Ventura non ne parla, la butta sulla tattica e fa bene perchè se è vero che l'organico a disposizione del mister granata è ampio e di primissima qualità è anche vero che togliere il microchip dal suo Torino potrebbe spegnere di botto la fantasia e gli automatismi a cui eravamo abituati. Il cammino della capolista nelle ultime cinque partite rimane esaltante e autorizza a pensare di poter vedere un Toro scatenato anche oggi, nonostante questa pesante assenza. Quella del Torino è una difesa da urlo, meglio ancora di quella del Sassuolo, avendo subito solo sette reti, e certamente Ventura partirà da questo punto di forza sperando nel massimo cinismo davanti. I dubbi tattici sono tanti visto appunto l'assenza di Iori, squalificato, che priverà il Torino di un giocatore in grado di dettare i ritmi delle ripartenze, del centrocampo come di tutta la squadra. Il Torino potrebbe quindi optare per il 4-3-3 in luogo del consueto e rodato 4-2-4, ma con un occhio al tipo di schieramento che Pea metterà in campo disponendo solo all'ultimo minuto il suo Sassuolo. Insomma la partita a scacchi è già cominciata e nessuno vuole scoprirsi in attesa del fischio di inizio. A cui manca ormai poco, Sassuolo-Torino sta per cominciare…