BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SERIE B/ Galderisi: bene il Torino, strana la Samp e in bocca al lupo al Verona (esclusiva)

I giocatori della Triestina I giocatori della Triestina

Ho un’idea ben chiara di Pescara, come società e tifoseria, avendo allenato lì due anni fa in un momento purtroppo molto difficile. Conosco bene anche Zeman: mi ha visto crescere, allenava già quando io ancora giocavo, suo zio (Cestmir Vycpalek, ndr) mi portò alla Juve giovanissimo, dunque sono legato alla sua famiglia. È un allenatore che stimo molto, sia umanamente che tecnicamente. L’anno scorso ho incontrato il suo Foggia: squadra pericolosissima, che poteva ucciderti in poco tempo. Questo connubio tra Pescara squadra e Pescara città può essere vincente. Zeman è andato nel posto giusto: per l’esperienza che ho fatto, pur in condizioni impensabili, so per certo che attorno alla squadra c’è un calore, un amore che oggi con Zeman diventa fantastico da vivere. Adesso sarei curioso di vedere una partita all’Adriatico: dev’esserci un entusiasmo bestiale. Il torneo è lungo, incontreranno le loro difficoltà, ma penso che il Pescara sarà fino alla fine la sorpresa più bella.

Un’ultima domanda sul Gubbio e su Gigi Simoni. Il tecnico sembra intenzionato a proseguire l’avventura: andrà sino in fondo per la salvezza della squadra o resterà una soluzione ad interim?

Non credo che Simoni abbia deciso di andare avanti in base ai risultati. Penso che abbia fatto questa scelta perche, da persona meravigliosa ed equilibrata qual è, sentiva che c’era il bisogno della sua presenza, della sua esperienza in una piazza dove c’erano molti dubbi e molte paure. Ora anche i risultati gli stanno dando ragione, la squadra si sta risollevando ma sicuramente dovrà soffrire sino all’ultimo. Comunque sono contento di quanto sta succedendo: ho allenato anche a Gubbio (2000-2001, ndr) ed è una piazza che sta vivendo un sogno meraviglioso; mi auguro che Simoni riesca a mantenere quest’energia, questa forza, perché sotto l’aspetto dell’esperienza, della qualità, della lettura dei giocatori e delle situazioni, lui è avanti, avanti….

(Carlo Necchi)

© Riproduzione Riservata.