BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

DIRETTA/ Milan-Catania live (Serie A 2011/2012): segui e commenta la partita in temporeale

Milan-Catania è la partita più attesa delle ore 15. Il Milan a quota diciassette punti ha la ferma intenzione di fare bottino pieno. La diretta di Milan-Catania live in temporeale

Foto (Ansa)Foto (Ansa)

Milan-Catania è la partita più attesa delle ore 15. Il Milan a quota diciassette punti ha la ferma intenzione di fare bottino pieno per arrivare alla pausa dovuta alla Nazionale a punteggio pieno sulla tabella di marcia scudetto di Allegri. Il Catania a quota quattordici punti è nella piacevole situazione di poter cercare di accumulare per arrivare il più velocemente possibile alla quota salvezza e - chissà - magari togliersi qualche sfizio europeo. I pronostici parrebbero scontati, ma la situazione di difficoltà fisica e psicologica dei rossoneri autorizza ogni più sfrenato "sogno" da parte dei catanesi. Guardando invece la la statistica vediamo che un segno x non sarebbe poi così impensabile, ma se Milan-Catania non dovesse portare i tre punti ai rossoneri…

Il Milan arriva all'appuntamento con il Catania dopo una striscia di quattro vittorie consecutive. Allegri ha chiarito che deve arrivare anche la quinta, è un obbligo se si vuol rientrare nella corsa scudetto. Alternative non ce ne sono. L'assenza di Cassano peserà enormemente, ma una grande squadra che punti al campionato non può dipendere da un unico giocatore, anche se il più in forma e con numeri da fuoriclasse e deve saper vincere nei momenti difficili. E la partita contro il Catania è uno di questi momenti. Anche perchè per il Milan i problemi non sono soltanto questi. C'è la squalifica di Nocerino, quella di Boateng (due bei turni), e l'infortunio di Mexes, Pato e Nesta (non citiamo i lungodegenti o casi noti) appesantiscono non poco il lavoro dell'allenatore. E allora c'è la chiamata alle armi dei veterani, Inzaghi compreso che potrebbe giocare uno scampolo di partita (si accomoderà in panchina). Il Milan cercherà comunque di non abbassare il tasso tecnico per non snaturare il suo gioco (che però potrebbe perdere dal punto di vista della velocità), ma più che altro si teme per la fantasia e precisione in zona gol e la protezione della difesa, due punti in cui quest'anno i campioni d'Italia del Milan hanno latitato. Spazio allora ad Ambrosini al posto di Van Bommel, e Seedorf a centrocampo, Emanuelson a far da Boateng e Bonera promosso al fianco di Thiago Silva. Insomma, ci sarà da divertirsi, con un Milan di emergenza che renderà la partita contro il Catania una grande impresa sportiva.
Il Catania di Montella arriva a San Siro sull'onda delle buone notizie per i guai in casa rossonera. Spiace sorridere delle disgrazie altrui, ma se devi badare al sodo allora tutto fa brodo. Due vittorie e tre pareggi per gli etnei nelle ultime cinque gare, ma contro avversari assolutamente di livello. Fare almeno un po' di paura al Milan è possibile, anzi, decisamente probabile e così le assenze di Izco, Alvarez e Suazo pesano molto meno. Nel Catania probabilmente vedremo l'impiego dal primo minuto di Lanzafame, con confermato il blocco di centrocampo/attacco che si è dimostrato davvero in grandissima forma. Attenzione, analizzando el statistiche di Milan e Catania a due momenti particolari della partita. Il Milan dal sedicesimo alla mezz'ora della ripresa non ha mai subito gol segnandone invece quattro. Il Catania invece ha nei primi quindici minuti della ripresa il suo momento di grazia. staremo a vedere che cosa succederà. Ma ora la parola al campo, Milan-Catania sta per cominciare...