BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

NAPOLI-JUVENTUS/ Dino Zoff: se si fosse giocata sarebbe stato un pareggio (esclusiva)

Chi vincerà, quali sono i punti di forza e di debolezza delle due squadre e quali i giocatori che potranno determinare l'andamento del match? Lo abbiamo chiesto a DINO ZOFF

Foto Ansa Foto Ansa

NAPOLI-JUVENTUS: PARLA DINO ZOFF (ESCLUSIVA). Sarebbe stato un grande match, una partita che si può considerare una classica del nostro campionato Napoli–Juventus avrebbe forse svelato tante cose. Innanzitutto avrebbe fatto capire ad addetti ai lavori e tifosi se la formazione bianconera dopo il successo di San Siro sia davvero in grado di continuare la striscia positiva che la vede in testa al campionato. Per capire se la parola scudetto è qualcosa di vicino o solo una chimera da realizzarsi magari nelle prossime stagioni. Il Napoli dal canto suo doveva tornare alla vittoria dopo le sconfitte di Catania e quella di Monaco in Champions con il Bayern. Prima della decisione di rinviare la partita (a data da destinarsi) per parlare di questo match avevamo interpellato il portiere più famoso della storia del calcio italiano, Dino Zoff: che ha giocato in entrambi le formazioni. Nel Napoli dal 1967 al 1972 disputando 143 incontri. Nella Juventus dal 1972 al 1983, disputando 330 partite. Eccolo quindi in questa intervista in esclusiva a ilsussidiario.net

Come vede questa partita?

Il Napoli deve riprendersi dalla sconfitta di Catania, la Juventus deve continuare in questo campionato positivo che la vede in testa.

Un pronostico?

Vedo un pareggio tra le due formazioni.

Lei ha giocato in ambedue i club, com’era ai suoi tempi questa sfida?

Era molto sentita, ma lo è anche adesso, visto che le due formazioni sono lì in posizioni d’alta classifica. E’ sempre una sfida molto sentita

A Torino lei ha vinto molto…

Si alla Juventus c’era la necessaria tranquillità perché questo succedesse. Ora una cosa che potrebbe essere molto importante è l’entusiasmo, la voglia di vincere di un club che da un po’ di tempo non è ai vertici del calcio italiano.

E Napoli?

Anche Napoli vive con molto entusiasmo il fenomeno calcio e questo elemento può essere di spinta per tutta la squadra.

Ci può dare un giudizio sulle due squadre?

La Juventus preferisce la manovra corale il gioco d’assieme, è questa la sua forza.

E il Napoli?

Il Napoli punta più sul contropiede.

Gli uomini determinanti per questa sfida quali potrebbero essere?

Cavani e Matri mi sembrano i giocatori che potrebbero fare la differenza.

Da grande portiere qual è stato, ci può dare un giudizio sui due numeri uno di Juventus e Napoli, Buffon e De Sanctis.