BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

SERIE A/ Palermo-Bologna (3-1): sintesi, gol e video highlights (undicesima giornata)

Palermo-Bologna è terminata con una netta vittoria dei rosanero per 3-1. I gol sono stati marcati uno nel primo tempo, da Zahavi, e gli altri nella ripresa da Silvestre e Ilicic e Ramirez

Zahavi (Foto: ANSA)Zahavi (Foto: ANSA)

Palermo-Bologna è terminata con una netta vittoria dei rosanero per 3-1. I gol sono stati marcati uno nel primo tempo, da Zahavi, e gli altri nella ripresa da Silvestre e Ilicic per il Palermo e da Gaston Ramirez (gol della bandiera per lui). La partita è stata piuttosto intensa e i cinque ammoniti lo dimostrano. Sul taccuino dei cattivi sono finiti Balzaretti, Migliaccio e Aguierregaray per il Palermo, Morleo e Perez per il Bologna. Il Palermo ha vinto con merito, ma anche il Bologna ha giocato una buona partita. Più manovriero dei padroni di casa, alla fine della partita avrà una leggera supremazia nel possesso palla e una netta predominanza per numero di calci d'angolo (10 per il Bologna, 5 per il Palermo). Palermo che ha giocato molto in velocità e ripartenze, Bologna più manovriero, ma ancora troppo in crisi sottoporta. Se ci avessero chiesto se i rossoblù sarebbero stati in grado di fare un buon campionato rinunciando ai gol di Di Vaio avremmo detto di no. E avremmo avuto, pare, ragione. Il Bologna è davvero mancato in avanti, la partita sarebbe stata decisamente diversa. Nel Palermo invece si è assistito alla rinascita di Ilicic che ha davvero imperversato e cercato con grande intensità la porta, non senza un pizzico di sfortuna. Nel Bologna l'mvp è stato probabilmente Diego Perez, 42 passaggi riusciti, miglior passatore della partita, e secondo miglior rubapalloni, per lui 27 recuperi. Il Palermo è stato bravo a spezzare il ritmo avversario, ricorrendo spesso anche ai falli, ben ventuno, commessi dai rosanero contro i quattordici commessi dal Bologna. Sono serviti, evidentemente, a far pendere il piatto della bilancia dalla parte della squadra di Devis Mangia. Il primo gol, dicevamo, lo ha segnato Zahavi, una bella rete di rapina dopo una respinta non perfetta di Gillet. Poco dopo Ilicic batte un colpo e prende in pieno la traversa. Il raddoppio arriva nel secondo tempo con un ottimo colpo di testa di Silvestre (è nelle sue corde) e il gol che chiude la partita di Ilicic è il più classico dei contropiede. L'onore del Bologna (e di Pioli) lo salva Ramirez, bel gesto tecnico e gran gol. Inutile, ma bello, anche per come è maturato.