BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

PAGELLE/ Reggina-Sampdoria (0-0): i voti, la cronaca e il tabellino (diciottesima giornata)

Iachini, allenatore della Sampdoria (Foto: ANSA)Iachini, allenatore della Sampdoria (Foto: ANSA)

Reggina:

Marino 7: impeccabile sulle conclusioni, quando non blocca respinge con sicurezza coi pugni: non si passa
D’Alessandro 6: buon senso della posizione, si fa sorprendere un paio di volte su calcio d’angolo, anticipato di testa da Rossini e di piede da Piovaccari. Per il resto nessuna sbavatura
Cosenza 6: si fa sorprendere sui lanci lunghi dei centrocampisti sampdoriani lasciandosi spesso scappare alle spalle l’uomo. Tuttavia dimostra personalità portandosi in avanti sui corner e rendendosi in un’occasione pericoloso
Emerson 7: grande partita del terzino brasiliano, che dimostra le sue origini sudamericane soprattutto in occasione dei calci piazzati, in occasione dei quali sfoggia sinistri alla Roberto Carlos che mettono costantemente in difficoltà Romero. Ottima partita di spinta, discreta anche la fase di copertura
Rizzato 6,5: buona partita in fase offensiva, si spinge in avanti due volte mettendo in mezzo cross tesi e pericolosi. Da rivedere in alcune occasioni la fase di copertura
Castiglia 5,5: prestazione anonima del mediano. Sostituito a metà ripresa da Barillà 6,5: dà sostanza e ordine alla manovra offensiva
De Rose 6: tanta corsa in mezzo al campo, cerca di dare una mano in copertura sulle ripartenze della Samp
Ragusa 6,5: aggiunge fantasia nel reparto offensivo, pericoloso in più occasioni con tiri radenti al palo e cross pericolosi per gli stacchi di Bonazzoli. È senz’altro un valore aggiunto a questa rosa
Missiroli 7: dimostra grande qualità, sia nella gestione del pallone sia nelle progressioni palla al piede, tra cui meravigliosa quella effettuata nel recupero del secondo tempo. È un giocatore che merita una categoria superiore
Campagnacci 7: nonostante venga sostituito ai primi del secondo tempo per un problema fisico, effettua una grande prestazione di quantità e qualità: molta spinta e cross precisi, quello che qualsiasi ala dovrebbe fare. Lascia il posto a Ceravolo 6: non spinge come Campagnacci ma non fa errori
Bonazzoli 6: è il destinatario di tutti i palloni messi in mezzo dai compagni: le prende tutte, belle girate e colpi di testa, ma la palla non entra. È il giocatore di Serie B che ha il peggior rapporto tra tiri effettuati e gol segnati

All. Breda 6,5: il 4-2-3-1 si dimostra efficace: molti cross in area per Bonazzoli, è mancato solo il gol