BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

DIRETTA/ Catania-Cagliari live (0-0 p.t.): la partita in temporeale

Catania-Cagliari chiude la prima frazione di gara, ma la partita ha ancora 45 minuti da giocare. Camberà il risultato? Vedremo gol nel secondo tempo? La diretta di Catania-Cagliari live

Vincenzo Montella (Foto: ANSA)Vincenzo Montella (Foto: ANSA)

Catania-Cagliari va al riposo sul punteggio di 0-0. L’anticipo delle 12.30 della quattordicesima giornata di Serie A tra Catania e Cagliari non sta regalando particolari emozioni, perchè al di là del pareggio a reti bianche i due portieri non hanno corso veri pericoli. Le due squadre entrano in campo con poca convinzione e un eccessivo imbarazzo e, dopo un periodo giustificato di studio reciproco, le occasioni tardano ad arrivare. Il gioco appare spesso confuso, chiuso nel cerchio di metà campo e a tratti noioso. Ma se proprio si vuole trovare una squadra migliore in campo, è certamente il Catania di Vincenzo Montella che domina maggiormente sul rettangolo di gioco, almeno per quanto riguarda il possesso palla. Il Cagliari invece attende, come fosse impaurito e svogliato, ma quando può e se trova gli spazi giusti, parte in avanti con pericolosi contropiede che in una occasione stupiscono anche l’arbitro Bergonzi, che fischia un intervento falloso del Catania a metà campo, non concedendo il vantaggio ai giocatori del Cagliari che stavano ripartendo velocissimi verso la porta difesa da Andujar, scatenando le proteste dei sardi. Le prime ghiotte occasioni per tentare di passare in vantaggio arrivano verso la fine della prima frazione di gioco, dopo una quarantina di minuti lenti e quasi inutili: è Ibarbo che lanciato in profondità ha tra i piedi una buonissima occasione ma, da solo davanti alla porta, viene letteralmente ipnotizzato da Andujar che copre perfettamente lo specchio della propria porta. Tiro direttamente sul corpo dell’estremo difensore e palla in calcio d’angolo. Il Cagliari ci prova nuovamente con Ekdal che con una specie di mezza sforbiciata tenta di impensierire Andujar senza però riuscirci a pieno. Il Catania gioca meglio, è vero, ma le sue azioni offensive si rivelano in realtà decisamente poco efficaci e temibili. Quarantacinque minuti abbastanza noiosi, terminati dopo un solo minuto di recupero e un buon arbitraggio di Bergonzi. E ora speriamo in una seconda frazione con più emozioni e spettacolo. Unica cosa da sottolineare, la sotituzione intorno al minuto 30 di Biagianti, che lascia il posto a Sciacca apparentemente senza aver accusato problei fisici: sarà quindi interessante capire il perchè di questo cambio così anticipato.